skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Punto Enel Teramo E Altre Informazioni

Punto Enel Teramo e altre informazioni

Vediamo dove si trova il negozio Enel a Teramo per poter svolgere le principali operazioni legate alla vostra utenza luce e/o gas. Dove bisogna recarsi?

Sommario :

Sportello clienti a Teramo

Cambiare casa non è un’impresa facile. Lo sappiamo tutti. Per questo motivo, rivolgersi direttamente allo sportello clienti potrebbe facilitare le operazioni legate all’utenza luce e gas. Se vi siete trasferiti da poco e desiderate richiedere una voltura o un subentro con Enel (vedi le differenze qui), allora dovete contattare il Servizio Clienti o recarvi allo sportello.

enel-logoLo sportello a Teramo si trova in Viale Bovio, 40, 64100, Abruzzo. Gli orari di apertura sono:

  • lunedì 8,30-12,00/14,00-15,30;
  • martedì 8,30-12,00/14,00-15,30;
  • mercoledì 8,30-12,00;
  • giovedì 8,30-12,00/14,00-15,30;
  • venerdì 8,30-12,00/14,00-15,30.

In città c’è anche un altro negozio Enel partner che si trova in piazza Martiri Pennesi 7/8/9, CAP 64100. Il negozio è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 15 alle 19, il sabato dalle 9 alle 13.

Prima di rivolgervi allo sportello clienti, dovreste avere a portata di mano:

  • codice POD (luce);
  • codice PDR (gas);
  • indirizzo di fornitura;
  • dati intestatario contratto di fornitura;
  • codice cliente.

Ovviamente, allo sportello si possono svolgere tante altre operazioni come: domiciliazione bancaria, bolletta online, aumento potenza del contatore, reclamo o disdetta contratto.

Per chiedere informazioni potete contattare il Servizio Clienti di Enel Energia che fa riferimento ai clienti del mercato libero : 800 900 860.

I clienti di Servizio Elettrico Nazionale possono contattare il numero verde: 800 900 800. Il servizio Customer Care è attivo dalle ore 7 alle 22, tutti i giorni (escluse le festività).

Negozi Enel nelle vicinanze di Teramo

Ovviamente, qualora foste clienti Enel nelle vicinanze di Teramo potete recarvi direttamente allo sportello più vicino a voi. Vediamo dove si trovano i negozi Enel partner.

  • LOCALITA’  PIANO D’ACCIO, SN, TERAMO, 64100, apertura da lunedì a domenica 9-13/13,30-21;
  • VIALE MARCONI, 14, ASCOLI PICENO, 63100, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,00;
  • VIA GRAMSCI, 72/74, GIULIANOVA, 64021, TERAMO, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, il sabato dalle 9 alle 13.

Curiosità, cosa vedere a Teramo?

Teramo è un comune italiano che si trova nella Regione Abruzzo. La città conta circa 55 mila abitanti e si trova vicino al più alto gruppo montuoso dell’Appennino (2912 m), il Gran Sasso. Inoltre, dista solo 33 km dalla costa adriatica. A Teramo, oltre alle varie escursioni nel Parco del Gran Sasso, si possono ammirare le sue stradine storiche che portano a scoprire importanti luoghi. Tra le chiese più conosciute c’è la Cattedrale di Santa Maria Assunta e di San Berardo, detto Duomo di Teramo.  Parliamo del monumento di maggiore pregio della città che si trova nel centro storico. Il campanile è alto circa 48 metri e fino agli anni ‘60 era collegato al Palazzo del Vescovado. Altre chiese che meritano particolare attenzione sono: il Santuario della Madonna delle Grazie, la chiesa di San Domenico e la cattedrale di Sant’Anna dei Pompetti (contenente i resti di una domus romana). Tra gli edifici da visitare consigliamo: il Palazzo Delfico del ‘700, il Museo Archeologico e la Pinacoteca, la Casa del Melatino, il Palazzo Vescovile e la Casa Catenacci. In particolare, la Casa del Melatino, inclusa nell’elenco dei monumenti nazionali italiani,  è l’unico edificio medievale della città. Da ammirare anche il Castello della Monica, un maniero arricchito d’arte neogotica.

La città conserva tradizioni artigiane, come l’arte del cuoio inciso, ricamo a punto pittura, e artigianato orafo.

L’enogastronomia teramana è una tra le più amate. Il pecorino Marcetto, i tartufi della Laga, la ventricina teramana sono i prodotti più conosciuti. Gli arrosticini di pecora rappresentano il piatto simbolo di questo territorio. Tale piatto oggi viene servito anche in altre versioni, ad esempio di fegato, piccante o di castrato. Un altro piatto della cucina teramana sono i maccheroni con le pallottine (chitarra teramana).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top