skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Servizio Elettrico Nazionale: Come Si Richiede La Voltura

Servizio Elettrico Nazionale: come si richiede la voltura

Che differenza c’è tra Servizio Elettrico Nazionale, Enel Energia ed E-distribuzione? Scopri quali sono le loro funzioni e dove operano.

Enel

Primo logo Enel (1963-1982)

 

Negli anni ‘60 il partito cattolico e il partito socialista fecero un accordo, poi tradotto in legge, per la nazionalizzazione del settore elettrico. Nel 1962 nacque Enel (Ente Nazionale di Energia Elettrica) con il compito di svolgere tutte le attività della filiera elettrica (produzione, trasporto, trasformazione, distribuzione e vendita).

 

 


Successivamente, con il decreto Bersani (1999) che ha portato alla liberalizzazione del mercato elettrico, ENEL è stata quotata in Borsa ed è stata soggetta a delle trasformazioni, diversificando le sue attività. Attualmente è una società per azioni controllata al 31,2% dal Ministero dell’Economia (MEF). Dopo aver venduto la rete di trasmissione e diverse centrali, ENEL rimane sempre una delle società leader nel settore elettrico.

Nuovo logo Enel Energia

Dal 1º gennaio 2017 la società ha cambiato nome da ENEL Servizio Elettrico S.p.A in Servizio Elettrico Nazionale. Il Servizio Elettrico Nazionale opera in Italia nel mercato di maggior tutela per la fornitura di energia nelle aree gestite da E-distribuzione (sempre appartenente al Gruppo ENEL), concessionaria del servizio di distribuzione. In Maggior tutela le tariffe vengono fissate dall’Autorità per l’Energia ogni tre mesi.

Servizio Elettrico Nazionale voltura

 

State cambiando casa e volete modificare il nome dell’intestatario del contratto di fornitura in essere? Vediamo come fare. 

 

 

Avete comprato o affittato una casa/locale commerciale, precedentemente abitata. Quando il vecchio inquilino non ha richiesto la cessazione del contratto di somministrazione di energia con Servizio Elettrico Nazionale (i contatori sono ancora attivi), dovete fare la voltura.

Nel caso contrario (contatore distaccato), dovete richiedere il subentro

Il subentro, infatti, va richiesto quando il contratto è stato disdetto dal vecchio intestatario.

Come si richiede la voltura?

Per richiedere la voltura avrete bisogno dei seguenti dati:

  • Per i clienti domestici: il titolo abitativo per attestare la proprietà o il regolare possesso dell’immobile;
  • I dati del nuovo intestatario: cognome, nome, codice fiscale, numero di telefono, e-mail (in caso di persona fisica); ragione sociale e partita IVA (persona giuridica);
  • I dati del vecchio intestatario: l’indirizzo di recapito per inviare la bolletta di chiusura conto e il numero cliente;
  • Lettura del contatore;
  • Per i contratti usi diversi da abitazione: uso della fornitura;
  • I dati catastali indicativi dell’immobile.

Per effettuare la voltura potete chiamare il Servizio Elettrico Nazionale al numero verde 800.900.800 e da cellulare il numero 199.50.50.55.

Quanto costa la voltura di energia elettrica

Costi per il servizio di maggior tutela fissati dall’Autorità per l’Energia
27, 03 euro oneri amministrativi
16 euro imposta di bollo
23 euro contributo fisso
Deposito cauzionale

ENEL Energia

Enel Energia S.p.A opera nel settore del mercato libero e si occupa della vendita di energia elettrica e gas ai clienti finali. Questa società fornisce diversi servizi:

  • Fotovoltaico
  • Offerte Luce e Gas
  • Mobilità elettrica

Il servizio di voltura nel mercato libero ha un costo differente. Per Enel Energia comprende:

  • 23 euro di contributo fisso
  • Deposito cauzionale (solo nei casi di pagamento con bollettino postale)

In questo caso le condizione economiche non sono fissate dall’Autorità per l’Energia, come nel mercato tutelato.

Le altre aree di ENEL

ENEL S.p.A è il più grande produttore e distributore di energia elettrica in Italia. Fino a luglio 2020 – data della liberalizzazione forzata – le attività commerciali a seconda dei mercati di riferimento saranno gestite dal Servizio Elettrico Nazionale e Enel Energia.

Per quanto riguarda la produzione, troviamo Enel Produzione e Enel Green Power per le energie rinnovabili (solare, eolica, idroelettrica, geotermica e da biomassa) che opera in Europa, America, Oceania e Africa.

E-distribuzione si incarica delle attività di gestione e di distribuzione. Infine, Enel Trade si occupa delle attività di approvvigionamento per la società.

Il Gruppo Enel lavora in 5 continenti e 37 Paesi: conta circa 64000 lavoratori. Nel 2015 ha chiuso il bilancio con ricavi di 75,7 miliardi di euro.

 

This Post Has 2 Comments

  1. Avrei necessità di chiarimenti per il passaggio al mercato libero per la fornitura di energia elettrica. Attualmente sono nel mercato a maggior tutela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top