skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Come Richiedere La Voltura Con Wekiwi

Come richiedere la voltura con Wekiwi

Scopri come richiedere la voltura al fornitore luce e gas Wekiwi. Cosa bisogna comunicare e quanto costa effettuare questa operazione?

Wekiwi voltura

logo-wekiwi

State cambiando casa e il vecchio inquilino ha lasciato il contatore attivo? Se la risposta è affermativa, allora questa guida fa al caso vostro. Iniziamo dicendo che la voltura va richiesta prima di trasferirsi nella nuova casa (altrimenti come facciamo ad utilizzare gli elettrodomestici senza elettricità?). Al momento della richiesta di voltura il nuovo proprietario dovrà compilare dei moduli sui dati catastali dell’immobile e regolare possesso dell’immobile. Come stabilito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente colui che richiede la voltura deve avere: titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell’unità immobiliare.

Prima di contattare Wekiwi assicuratevi di avere il consenso del precedente intestatario. Nel caso in cui il vecchio intestatario del contratto luce o gas non fosse reperibile, il nuovo cliente può richiedere la voltura assumendosi comunque la responsabilità di avere il consenso.

Se il cliente non conosce le informazioni relative al fornitore contrattato dall’inquilino precedente, può rivolgersi allo Sportello per il Consumatore di Energia. Per effettuare la richiesta, dovranno essere inviati i seguenti documenti:

  • modulo di richiesta;
  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà;
  • fotocopia di un documento d’identità.

Questi documenti devono essere inviati per posta all’indirizzo:

Sportello per il consumatore di energia

c/o Acquirente Unico Spa

Richiesta informazioni

Via Guidubaldo del Monte, 45

00197 Roma

Il numero di fax dello Sportello è: 800.185.024.

Come si richiede la voltura con Wekiwi?

Bisogna dire che al momento della voltura non è possibile effettuare il cambio di fornitore. Dovrà essere l’ex intestatario ad effettuare lo switch e quindi cambiare fornitore per poi eseguire la voltura. In generale, vi ricordiamo che se avete sottoscritto un contratto di fornitura gas o luce, potete cambiare fornitore in qualsiasi momento.

Con Wekiwi la voltura si può richiedere nei seguenti modi:

  • online sul sito Wekiwi;
  • tramite l’App Wekiwi;
  • con il supporto del Servizio Clienti.

Sul sito web di Wekiwi è possibile richiedere una voltura attraverso l’Area Personale riservata ai clienti. Altrimenti, potete scaricarvi l’App e richiedere la voltura nella sezione “richiedi assistenza”. Il Servizio Clienti di Wekiwi può essere contattato all’indirizzo e-mail info@wekiwi.it.

Per richiedere la voltura dovete comunicare:

  • dati personali del nuovo e vecchio intestatario;
  • codice POD o PDR;
  • potenza impegnata in kW contatore per la luce;
  • indirizzo di fornitura.

Quanto costa e quali sono i tempi

È importante sapere che per la voltura sono previsti oneri di connessione, i quali remunerano l’attività gestionale del distributore e del fornitore. In questo caso, Wekiwi applica un costo che si allinea a quello del mercato tutelato (20 euro) che verrà addebitato nella prima bolletta.  Come stabilito da ARERA l’operatore può richiedere al cliente di pagare i costi amministrativi e per la prestazione commerciale, viene indicato nei singoli contratti, in base alle diverse tariffe dei distributori, pubblicati sui propri siti internet.

Per quanto riguarda i tempi, il fornitore entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta di voltura con tutti i dati e le informazioni necessarie, deve comunicare l’accettazione della voltura. Il fornitore ha un tempo minimo di quattro giorni lavorativi per rendere effettiva la voltura. In generale, l’operatore tarda circa 15 giorni per il cambio di nominativo. Quindi, consigliamo di effettuare la richiesta di voltura prima di traslocare.

Qual è la differenza con il subentro?

Se nella nuova casa non c’è elettricità significa che il vecchio inquilino ha disdetto il contratto di fornitura prima di lasciare l’abitazione. In questo caso, dovete richiedere un subentro. Significa che potete sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura energia e/o gas con un altro fornitore a vostra scelta. Quindi, la differenza tra voltura e subentro riguarda il contatore. Se il contatore della luce (o del gas) risulta ancora attivo, dovrete richiedere la voltura. Nel caso contrario (contatore chiuso) si effettua il subentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top