skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Auto Elettriche 2018, Fiat O Tesla?

Auto elettriche 2018, Fiat o Tesla?

Le auto elettriche rappresentano una soluzione per ridurre le emissioni di gas di scarico. Vediamo le auto elettriche 2018, prezzi e modelli. Quale scegliere? Fiat o Tesla?

Auto elettriche 2018

Le auto elettriche funzionano grazie a una batteria ricaricabile che fornisce energia elettrica per il funzionamento del motore. Pensate che i primi modelli risalgono alla prima metà dell’Ottocento.

Questi veicoli rappresentano una buona alternativa ai modelli tradizionali. Le auto a benzina, oggi, sono un rischio per il Pianeta. Le emissioni di gas di scarico, infatti, provocano il surriscaldamento climatico, alterando l’effetto serra. Per questo motivo, considerando tutte le auto in circolazione che sono 1 miliardo, 600 milioni dovrebbero essere elettriche. Invece, si contano solo 2 milioni di veicoli elettrici in circolazione.

La batteria agli ioni di litio, delle auto elettriche, è concepita per rispettare l’ambiente. Prodotta con materiale riciclabile, prevede zero emissioni di CO2. La batteria, una volta ricaricata, consente un’autonomia di 250 km, a seconda dei modelli.

I Paesi produttori di auto elettriche

L’Italia non fa una bella figura in tema di auto elettriche. Infatti, è una delle nazioni europee dove si producono meno veicoli elettrici. I due problemi in Italia per le auto elettriche sono:

  1. Scarsi incentivi; solo 3000 euro contro i 9000 negli altri Paesi UE;
  2. Poche colonnine di ricarica, circa 9000 di cui 7500 private.

L’Europa si attesta al secondo posto come produttore di autovetture elettriche, seguita dall’America. Al primo posto troviamo la Cina.

La Germania è la nazione europea maggior produttrice di auto elettriche e entro il 2030 ha stabilito di rendere tutto elettrico. L’Italia si è posta lo stesso obiettivo ma al 2040.

Nel territorio italiano sono stati stanziati 33 milioni di euro per la creazione di infrastrutture di ricarica. Quindi, l’auto elettrica rappresenta sicuramente un buon investimento che fa bene all’ambiente e alle tasche.

I vantaggi di questi veicoli sono:  

  • risparmio economico, buon rapporto km percorsi e la ricarica della batteria (ricarica batteria – costo 4 euro – con cui si possono percorrere 100 km);
  • sconti sul bollo e accesso alle zone a traffico limitato;
  • parcheggio gratuito in molte città;
  • necessitano di minor manutenzione rispetto alle auto tradizionali;
  • sconto assicurazione;
  • sono garantiti 200 km per un’ora;
  • è silenziosa.

Parliamo ora degli aspetti negativi. Purtroppo ad oggi la scarsità delle stazioni di ricarica pubbliche rappresenta un ostacolo all’utilizzo delle auto elettriche. Anche se molte città, a tal riguardo, stanno facendo dei passi in avanti. Un altro svantaggio è il tempo di carica che prevede 5 ore per una ricarica nelle colonnine pubbliche e 30 minuti nelle stazioni pubbliche di ricarica rapida. L’auto, per ricaricarsi, si può collegare anche alla normale rete domestica.

Le colonnine elettriche

Le colonnine elettriche, chiamate stazioni di ricarica per veicoli elettrici, consentono di ricaricare la batteria. Possono erogare energia prodotta da fonti rinnovabili, centrali nucleari, carbone pulito, o shale gas.

colonnine-elettriche

Le colonnine possono essere:

  • Private
  • Pubbliche
  • Private aperte al pubblico

Nelle private i soggetti ammessi alla ricarica sono gli stessi autorizzati all’accesso nell’area privata (es. condomini). Nelle aree private aperte al pubblico  come negli alberghi, centri commerciali e supermercati – solo i clienti possono utilizzare le stazioni. Le colonnine pubbliche, invece, sono a disposizione di soggetti accreditati con card. Questi soggetti possono usufruire delle colonnine a corrente continua, collegando il veicolo con un apposito cavo di connessione (di proprietà dell’automobilista). Infatti, la tipologia di corrente fornita può essere di tipo alternato o continua.

Auto elettriche, Tesla o Fiat?

Tesla, Inc. è un’azienda specializzata nella produzione di veicoli elettrici. È stata fondata nel 2003 in California e i modelli più famosi sono Model S (berlina) e Model X (SUV). In Norvegia il Model X è stato il veicolo elettrico più venduto nel 2016.

Nel 2020 sarà lanciato un nuovo modello con un’autonomia di 1000 km e velocità massima di 400 km/h: Roadster 2020.

Tra i più richiesti troviamo anche Model 3 che offre un’autonomia di 350 km. Il suo prezzo di partenza è di 29000 e viene consegnata in 12/18 mesi.

TESLA

Model 3 – Fonte: Tesla.com

La Fiat (Fabbrica Italiana Automobili Torino) è il marchio di FCA Italy, facente parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Vi stupirà, ma la casa automobilistica made in Italy non ha un’offerta di auto elettriche. Un po’ per lo scetticismo mostrato dall’ex Ad di FCA Italy Sergio Marchionne che le definì “un’arma a doppio taglio”, un po’ per lo scarso successo che questo settore sta avendo in Italia.

A gennaio 2018  Marchionne cambiò opinione, disse che entro il 2025 oltre la metà delle auto saranno elettriche.   

Per il momento, l’unico modello elettrico disponibile è la Fiat e500, in vendita solo in America. Infatti, questo veicolo rientra tra le dieci auto più vendute in USA. Il prezzo di listino parte da 32995 dollari (27000 euro).

Modelli di successo

Tra i modelli di successo troviamo Nissan Leaf, Renault Zoe e Smart ForTwo. L’auto firmata Nissan è stata la più venduta in Italia, con un’autonomia estesa a 378 km. Il prezzo è a partire da 33070 euro.

NISSAN

Fonte: Nissan.it

La Zoe di Renault è una delle più vendute in Europa. Il veicolo presenta diverse tipologie a seconda del motore. Con la batteria Z.E.40 e il motore R90 ha un’autonomia di 147 km. Il prezzo di listino qui cambia per ogni modello. La nuova Zoe è in vendita a partire da 25800 euro.

RENAULT

Fonte: Renault.it

La Smart ForTwo electric drive è un modello molto amato da coloro che vivono in città, comodo per parcheggiare e spostarsi nel centro urbano. Il veicolo è disponibile anche nella versione cabrio e offre un’autonomia di 145 km. Il prezzo è a partire da 23920 euro.

SMART

Fonte: Smart.com

This Post Has 2 Comments

  1. Fortunatamente Marchionne ha cambiato idea, anche perché il mercato dell’auto elettrica è destinato a crescere in maniera esponenziale. Dopo che l’inquinamento atmosferico ha causato danni ingenti a alla salute delle persone e all’ambiente, ci sembra il caso di iniziare a pensare un po’ più green. Bastano solo un po’ di infrastrutture in più e degli incentivi, per far diventare l’auto elettrica parte integrante delle nostre vite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top