skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Disdetta Enel Energia Numero Verde

Disdetta Enel Energia Numero Verde

Vuoi disdire il contratto di fornitura Enel Energia? Leggi questa guida e capirai come fare!

Enel Energia

Enel Energia è stata fondata nel 2003 a seguito di Enel Trade S.p.A.. Questa azienda italiana opera nel mercato libero, a differenza del Servizio Elettrico Nazionale, e fornisce energia, gas e servizi energetici ai privati.

Vuoi cambiare casa o semplicemente disdire il contratto di fornitura? Segui le nostro indicazioni.

Se sei un cliente del libero mercato e vuoi cambiare fornitore o passare al mercato di maggior tutela, attivo fino al 2020, allora puoi effettuare il cambio. In questo caso, il nuovo fornitore penserà a disdire il vecchio contratto.

Disdetta Enel Energia

Molte persone non sanno bene cosa fare per disdire un contratto con Enel Energia. Se non devi cambiare il fornitore ma solo disdire il contratto, come nel caso di decesso del titolare, puoi contattare direttamente Enel.

Ecco cosa fare per disdire il contratto Enel Energia. Le alternative sono:

  • inviare una raccomandata A/R con il modulo di disdetta firmato, insieme alla fotocopia di un documento d’identità;
  • inviare la disdetta tramite lettera senza busta con pieno valore legale;
  • chiamare il servizio clienti di Enel Energia al numero verde 800.900.860;
  • recarsi di persona al Punto Enel più vicino.

Scopri quanto costa disdire il contratto di fornitura energia elettrica.

Enel Energia Contatti

Il Servizio clienti di Enel Energia è attivo tutti i giorni dalle ore 7 alle 22. Qui sotto trovi la tabella con tutti i contatti a tua disposizione per inviare la disdetta:

Numero verde Enel Energia 800.900.860
Numero chiamate dall’estero +39 0664511012
e-mail allegati.enelenergia@enel.com
Fax 800 046 311
Posta Enel Energia S.p.A. Casella Postale 8080 – 85100 Potenza

Documenti per la disdetta

Quando chiamerai, per disdire il contratto Enel Energia, dovrai avere a portata di mano alcuni dati del tuo contratto. Ti saranno richiesti:

  • il POD (punto di prelievo) presente nella tua bolletta della luce;
  • il codice fiscale dell’intestatario del contratto di fornitura;
  • la lettura del contatore;
  • l’indirizzo della casa dove si interrompe la fornitura di energia elettrica;
  • il giorno della disattivazione della fornitura.

Che differenza c’è tra disdire un contratto e cambiare fornitore?

Se volete cambiare un fornitore non avete bisogno di inviare il modulo per lo scioglimento del contratto di fornitura di Enel Energia. Scegliete l’offerta più conveniente e penserà a tutto il nuovo venditore di Energia. Sarà compito della nuova società avvisare il vecchio fornitore della disdetta del contratto.

Voltura, subentro o allacciamento?

Hai cambiato casa ma il vecchio inquilino ha chiuso il contatore? Niente paura, attraverso il subentro potrai riattivare il contatore e la fornitura di energia elettrica. Con Enel puoi riattivare il contatore, chiamando al numero 06 94808228.

Invece, se l’utenza è attiva ma il contratto è intestato all’ex inquilino allora si deve fare una voltura.

Nel mercato libero la voltura e il subentro prevedono un contributo fisso di 26,13 euro, 16 euro di imposta di bollo, il deposito cauzionale, e una quota di servizio a seconda del fornitore.

Per maggiori informazioni, ecco quali sono i contatti Enel per il Mercato Libero:

  • Numero verde 800.900.860 gratuito
  • Per chiamare dall’estero +39 06.64.511.012, il costo dipende dal proprio operatore telefonico.

Per quanto riguarda l’allacciamento, questo è il caso delle nuove o delle seconde case (utenza domestica non residente). Se finalmente vuoi goderti la tua casa al mare, allora devi installare il contatore. Per farlo, puoi rivolgerti al distributore locale della tua zona o chiamare il fornitore di energia elettrica che farà da intermediario e attiverà anche il contatore. Quindi, in primis dovrai sottoscrivere un contratto di fornitura. Successivamente, il fornitore invierà la richiesta a un distributore e ti dirà giorno e ora della visita del tecnico per il sopralluogo. Il distributore si occuperà, poi, di trasmettere il preventivo per l’allacciamento dell’energia elettrica. Se il preventivo viene accettato, il distributore procederà con i lavori entro 15 o 60 giorni (a seconda del tipo di intervento) dalla data di ricevimento dell’accettazione.

Ricordiamo che con il diritto di ripensamento puoi cancellare il contratto (senza oneri) entro 14 giorni dalla data in cui ricevi la copia con le condizioni contrattuali. Puoi compilare il modulo per l’esercizio del diritto di ripensamento e inviarlo a Enel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top