skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Luci A Led: Come Risparmiare Energia In Casa

Luci a led: come risparmiare energia in casa

Vediamo in che cosa consiste l’illuminazione a LED e quali sono i vantaggi dal punto di vista energetico. L’Unione Europea ha vietato la vendita delle lampadine tradizionali a favore dell’utilizzo di quelle a basso consumo.

Illuminazione per la casa

Da pochi mesi, il 1º settembre 2018, sono state vietate le lampade alogene. Attraverso il regolamento dell’UE 244/2009 collegato alla direttiva  Eup – Energy Using Products 2005/32/EC, l’Unione Europea  ha vietato la vendita delle lampadine tradizionali a favore dell’utilizzo di quelle a basso consumo. Le lampadine a incandescenza, eliminate progressivamente dal mercato, si dividono in due categorie:

  • Lampade a incandescenza tradizionali;
  • Lampade a incandescenza alogene.

lampadinaQuest’anno non tutte le lampadine alogene saranno messe  fuori mercato. La disposizione riguarda le classiche lampade a pera non direzionali senza trasformatore con efficienza energetica inferiore a B. Si potranno ancora acquistare le lampade alogene direzionali (i faretti con attacco GU10) e le lampade alogene con attacco G9 e R7S ( lampade da tavolo e proiettori).

Una volta esauritesi, le vecchie lampadine si potranno sostituire solo con le lampadine a risparmio energetico  (energy saving) ed eco-friendly che si possono trovare, sul mercato, in due formati:

  • lampadine compatte fluorescenti (dette FLC);
  • lampade a LED (Light Emitting Diode).

 

Quanto si risparmia?

La classe energetica delle lampadine tradizionali, vietate dal 1º settembre 2018, è la D; per questo motivo si passa ad alternative meno energivore. L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) ha stimato che il passaggio a lampadine a basso consumo energetico porterà un risparmio energetico annuale pari al consumo annuo di elettricità del Portogallo (48 TWh di energia elettrica) e consentirà di risparmiare circa 15,2 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 entro il 2025, pari alle emissioni generate da circa due milioni di persone all’anno.

Luci a LED per casa

Come abbiamo visto, le luci a LED consentono di risparmiare energia: consumano circa il 90% in meno rispetto alle lampade alogene e circa il 70% rispetto alle fluorescenti, anche queste tra le lampadine a basso consumo. Ma in che cosa consiste la lampada a LED? L’acronimo Led sta per Light Emitting Diode, diodo che emette luce. Questa sigla indica tutti quei dispositivi elettronici – detti anche diodi fotoemittenti (fonte: Treccani.it) – in grado di convertire sollecitazioni elettriche in emissioni luminose.

I vantaggi delle luci a LED sono:

  • maggiore durata, hanno una vita media di circa 50 mila ore e durano fino a 20 anni;
  • assorbono meno energia, circa il 90% in meno rispetto alle lampade tradizionali;
  • non sono nocive, il led contiene polvere di silicio e non ha sostanze tossiche;
  • sono alla moda, con colori vivaci permettono di illuminare la casa con differenti tonalità;
  • non emettono raggi ultravioletti/infrarossi quindi non rovinano i tessuti e i mobili;
  • non producono calore all’interno della stanza;
  • i led sono progettati per il comfort degli occhi;
  • riducono le emissioni di CO2;
  • emettono subito la luce massima.

Dove si gettano le lampadine esauste

Per quanto riguarda lo smaltimeto dei RAEE, le lampadine esauste non vanno nella raccolta differenziata del vetro, ma vanno gettate nei contenitori speciali appartenenti alla categoria R5.

lampadaI rifiuti possono essere raccolti nei Centri di Raccolta Comunali (CdR), gestiti dal Centro di Coordinamento RAEE. Questi Centri sono abilitati alla gestione di rifiuti speciali, elettronici ed elettrici. Tutti i cittadini possono consegnare gratuitamente le apparecchiature esauste; se dovete gettare apparecchi di grandi dimensioni, potete prendere un appuntamento con i CdR che si occuperanno del servizio di ritiro. Nei punti vendita, anche i negozianti possono raccogliere i RAEE. Possiamo riciclare le seguenti tipologie di lampadine:

  • Lampadine a LED;
  • Tubi fluorescenti;
  • Lampadine fluorescenti compatte;
  • Lampade a scarica ad alta intensità;
  • Lampade a vapori di sodio a bassa pressione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top