skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Smaltimento Rifiuti: Dove Buttare Le Lampadine?

Smaltimento rifiuti: dove buttare le lampadine?

Sapevi che il 95% del materiale delle lampadine può essere riciclato? Vediamo insieme dove buttare le lampadine e quali tipologie non sono soggette a raccolta differenziata.

Smaltimento RAEE

I RAEE sono rifiuti elettrici e elettronici, ossia apparecchiature che dipendono da correnti elettriche o da campi elettromagnetici. La gestione dei rifiuti elettronici è disciplinata a livello europeo dalla direttiva 2012/19/EU che prevede la corretta gestione dello smaltimento di questi rifiuti speciali e ne promuove il riciclaggio e il recupero.

Le sorgenti luminose appartengono alla categoria R5 dei Rifiuti elettronici e elettrici. Infatti, i RAEE si suddividono in 5 gruppi:

  • R1: apparecchi refrigeranti
  • R2: i grandi bianchi come la lavastoviglie, la lavatrice, il forno, ecc.
  • R3: TV e monitor
  • R4: elettronica di consumo, piccoli elettrodomestici, apparecchiature informatiche, apparecchi di illuminazione e altro
  • R5: sorgenti luminose (non sono comprese le lampade a incandescenza e ad alogeni)

Dove consegnare i RAEE?

I RAEE vengono gestiti dai Centri di Raccolta Comunali (CdR) abilitati alla gestione di questi rifiuti speciali. I Centri sono aperti a tutti i cittadini che possono consegnare gratuitamente le apparecchiature esauste; se si tratta di apparecchi di grandi dimensioni i CdR possono realizzare il servizio di ritiro.

Nei punti vendita, anche i negozianti possono raccogliere i RAEE. Il ritiro è gratuito e avviene nel caso in cui il cliente compri un prodotto elettrico uguale a quello consegnato (Decreto n.65 del 2010 logica: “uno contro uno”).

Ai fini di questo processo, risultano essere fondamentali gli impianti di trattamento. Si tratta di aziende che si occupano delle attività di stoccaggio e trattamento per il riciclaggio del materiale. Gli impianti di trattamento devono iscriversi in un elenco che gestisce il CdC RAEE.

Il Centro di Coordinamento RAEE (CdC RAEE) è l’organismo centrale che si occupa di gestire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti elettrici ed elettronici. Il CdC RAEE è gestito dai Sistemi Collettivi e supervisionato dal Ministero dell’Ambiente e dal MInistero dello Sviluppo Economico.

Ecolamp: cos’è?

Ecolamp è un consorzio senza fini di lucro che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti R4 e R5, ossia delle apparecchiature di illuminazione. Il consorzio, al quale hanno aderito oltre 150 produttori di apparecchi di illuminazione, si occupa di:

  • fornire contenitori ai Centri di Raccolta RAEE progettati per la raccolta e il trasporto di sorgenti luminose in condizioni di massima sicurezza
  • Il trasporto delle apparecchiature di illuminazione dai centri di stoccaggio agli impianti di trasformazione
  • Il riciclaggio delle apparecchiature di illuminazione

Contenitori Ecolamp

Lo scopo di Ecolamp è di salvaguardare l’ambiente, promuovendo il recupero e lo smaltimento delle lampadine esauste e delle apparecchiature di illuminazione in tutta Italia. Infatti, si occupa anche dell’eliminazione di sostanze pericolose presenti nelle lampadine a basso consumo quali il mercurio e il recupero dei materiali per il riuso.

Raccolta differenziata Lampadine

Sicuramente vi sarete chiesti: “Dove si buttano le lampadine esauste?”

La raccolta differenziata è divisa in 4 categorie: carta, organico, plastica e vetro.

Le lampadine esauste non vanno nella raccolta differenziata del vetro, perché come abbiamo visto ci sono dei contenitori speciali per questa tipologia di rifiuti che rientra nella categoria R5.

I rifiuti possono essere raccolti con la differenziata porta a porta, nelle isole ecologiche, nei bidoni (indifferenziata), o tramite prelievo a domicilio.

Non tutte le tipologie di lampadine si possono raccogliere con la raccolta differenziata.

Quali lampadine possiamo riciclare?

  • Tubi fluorescenti
  • Lampade fluorescenti compatte
  • Lampade a scarica ad alta intensità
  • Lampade a vapori di sodio a bassa pressione
  • Lampadine a LED

Le lampadine a incandescenza, ormai fuori mercato,non sono soggette alla raccolta differenziata.

Lampadine pro risparmio energetico

Le “care” e vecchie lampade a incandescenza, a causa della loro scarsa efficienza energetica e delle emissioni CO2, sono state sostituite dalle lampadine a LED e dalle lampade fluorescenti compatte.

I vantaggi delle lampadine a LED sono:

  • Una durata maggiore
  • Risparmio energetico
  • No all’emissione di sostanze tossiche nocive per l’uomo
  • Calore ridotto

Le lampade a LED durano circa 25000 ore, quindi molto più a lungo delle lampade fluorescenti compatte (6000 ore).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top