skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
3 Consigli Per Risparmiare Energia Elettrica Dagli Elettrodomestici

3 consigli per risparmiare energia elettrica dagli elettrodomestici

In casa il principale consumo elettrico è dovuto agli elettrodomestici. Questi consumano secondo le ultime stime fino all’80 % dell’elettricità con una spesa che può arrivare fino a oltre 600 euro l’anno.
Per risparmiare ed essere al tempo stesso sostenibili, difendendo il nostro pianeta, è d’obbligo leggere le etichette energetiche degli elettrodomestici. La classe energetica incide notevolmente sui consumi, un elettrodomestico classe A+++ consuma quasi esattamente la metà di un elettrodomestico classe A+. L’acquisto di elettrodomestici di classe energetica più elevata permette un risparmio di energia elettrica abbastanza rilevante. Vi proponiamo altri consigli per risparmiare.

 

Frigorifero

 

Il frigorifero è l’elettrodomestico che consuma più energia essendo sempre acceso. Il suo posizionamento è molto rilevante in quanto permette di non far lavorare il frigorifero stesso costantemente. Bisogna quindi posizionare il frigorifero lontano dalle fonti di calore (come per esempio i fornelli o il forno) e lasciare uno spazio tra il muro e l’elettrodomestico di almeno 10-15 centimetri. Questo permette al frigorifero di avere una buona ventilazione.
Anche le modalità di utilizzo del frigorifero stesso permettono un risparmio di energia. Regolando il termostato a una temperatura ottimale avremo una buona conservazione dei cibi e una riduzione dei consumi del frigorifero stesso. La disposizione degli alimenti all’interno dell’elettrodomestico svolge un ruolo importante, infatti il cibo deve essere abbastanza distanziato per permettere la circolazione dell’aria all’interno e conservato negli appositi spazi.

 

Lavastoviglie

 

La lavastoviglie è l’elettrodomestico che ha maggior dispendio idrico. Per questo motivo una lavastoviglie efficiente e efficace farà risparmiare notevoli quantità d’acqua e di energia. Per tenere sempre al 100% la propria lavastoviglie bisogna sciacquare sempre prima tutti i piatti, i bicchieri e le stoviglie così da non lasciare residui di cibo, che possono andare ad ostruire le tubature. Inoltre, far lavorare la lavastoviglie solo a pieno carico e in orari serali, ottimizzando così la spesa per l’elettricità.
Infine, attenzione alla manutenzione, fondamentale per prolungare la vita della lavastoviglie e per il risparmio energetico: pulire spesso e con cura il filtro e gli ugelli degli spruzzatori, usare il sale con regolarità per prevenire le incrostazioni di calcare, staccare i collegamenti elettrici e idrici in caso di lunghi periodi di inattività.

 

Lavatrice

 

Anche per la lavatrice l’utilizzo a pieno carico farà risparmiare una notevole quantità di energia elettrica, facendo attenzione anche ai programmi di lavaggio utilizzati. Da preferire i lavaggi a basse temperature, ad esempio a 40° gradi che farà risparmiare la metà dell’energia e avrà lo stesso effetto sul bucato, in quanto i detersivi attuali danno ottimi risultati anche a temperature basse. In caso di non pieno carico vi sono programmi appositi anche se questi consumano comunque più del pieno carico in proporzione. attenzione alla manutenzione, fondamentale per prolungare la vita della lavatrice e per il risparmio energetico: pulire spesso e con cura il filtro (per evitare che impurità e calcare ostruiscano lo scarico) e le vaschette, usare prodotti decalcificanti, staccare i collegamenti elettrici e idrici in caso di lunghi periodi di inattività ed aprire leggermente lo sportello per evitare odori cattivi.

Ultimo punto importante è la scelta del rivenditore di elettrodomestici giusto. Questo è importante sia per la qualità dell’elettrodomestico sia per i suggerimenti e i consigli di utilizzo che può dare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top