abbassare la bolletta

Risparmiamo insieme?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita per scegliere la migliore offerta luce e gas.

Come sostituire un interruttore in casa: la guida completa


Gli interruttori sono la componente esterna più importante di un impianto elettrico, domestico e non solo; essi, infatti, rappresentano i dispositivi che consentono di azionare i sistemi di illuminazione e altri apparati. Ragion per cui, è necessario che funzionino sempre perfettamente, in maniera tale da poter usufruire appieno delle potenzialità del proprio impianto di casa. L’utilizzo costante, però, così come l’età elevata delle strutture elettriche, può provocare guasti o malfunzionamenti: in tal caso, l’interruttore deve essere sostituito, così da poter tornare ad utilizzare correttamente il punto elettrificato in cui è collocato il dispositivo. In questo articolo vedremo come sostituire un interruttore di casa, eseguendo pochi e semplici passaggi in maniera completamente sicura anche per chi non è un elettricista esperto.

L’occorrente: gli utensili e i materiali

Se non si è deciso di affidarsi ad un elettricista esperto, la prima cosa da fare quando ci si appresta ad effettuare la sostituzione di un interruttore dell’impianto domestico è procurarsi tutto quanto necessario per eseguire l’intervento. Per quanto riguarda gli utensili, è sufficiente avere a portata di mano un cacciavite a stella poiché le cassette che contengono il ‘frutto’ dell’interruttore presentano alloggiamenti per viti filettate di questo tipo. In aggiunta, possono risultare utili anche una pinza da elettricista e uno spelacavi, uno strumento per rimuovere la guaina protettiva che avvolge i fili elettrici. Naturalmente, bisogna anche acquistare l’interruttore nuovo e, se va sostituita, la mascherina esterna che serve a raccordare l’interruttore con la parete. A tal proposito è possibile rivolgersi ad un negozio specializzati nella vendita di materiale elettrico oppure affidarsi ad un e-commerce di settore come www.emmebistore.com, consultando il catalogo digitale dedicato a prodotti di questo genere.

Come procedere passo per passo

Una volta acquistato tutto l’occorrente, è possibile procedere con la sostituzione dell’interruttore. Bisogna anzitutto interrompere l’alimentazione all’impianto elettrico, così da poter operare in completa sicurezza. Successivamente, i passaggi da eseguire sono i seguenti:

  • rimuovere la placchetta esterna, esercitando una leggera pressione verso l’esterno, sufficiente a rimuovere i ganci dai propri alloggiamenti;
  • svitare le viti che si trovano ai lati del frutto dell’interruttore; in questo modo, la mascherina si stacca dalla scatolina incassata nel muro;
  • estrarre l’interruttore (o gli interruttori) che si desidera sostituire; per fare ciò è sufficiente fare una leggera pressione, così che le alette che tengono in posizione il dispositivo facciano un piccolo scatto in avanti;
  • scollegare i fili dell’interruttore; i cavi sono connessi alla morsettiera che si trova sul retro. Per staccarli è sufficiente rimuovere la vite di fissaggio; in questa fase, è consigliabile rimuovere l’estremità del cavo, tagliandola con una tronchesina, per poi rimuovere un piccolo segmento di guaina esterna tramite una pinza spelacavi;
  • collegare l’interruttore nuovo, fissando i cavi all’interno della morsettiera (avendo cura di posizionarli negli stessi alloggiamenti in cui si trovavano in precedenza); nella maggior parte dei casi, il ‘frutto’ e i tappi laterali vengono forniti disassemblati, e vanno montati all’interno della mascherina prima di realizzare i collegamenti elettrici;
  • riposizionare la mascherina, fissandola alla scatolina mediante le apposite viti;
  • fissare la placca esterna, tramite una leggera pressione sugli incastri;
  • ricollegare l’alimentazione dell’impianto elettrico, per verificare se la sostituzione è stata effettuata correttamente.

Questo procedimento non presenta particolari difficoltà e può essere portato a termine anche da chi non ha una conoscenza approfondita dei principi di funzionamento di un impianto elettrico domestico. Naturalmente, se il guasto non riguarda l’interruttore ma i cavi o un’altra componente dell’apparato, è consigliabile rivolgersi ad un tecnico esperto e qualificato, dal momento che l’intervento richiesto ha un carattere più specifico e necessita di maggiori competenze. La sostituzione dei fili elettrici, ad esempio, può richiedere anche interventi di muratura, anche se il passaggio può essere fatto per mezzo di una sonda.

Aggiornato il