Gestione Servizi Energetici: info pratiche per il consumatore

voltura subentro

Gestione Utenze: serve aiuto?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo una mano! (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Ti diamo una mano per Gestire le tue Utenze!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Servizio gratuito!

Il mercato dell’energia è complesso, per questo motivo a volte ci confondiamo tra le diverse procedure che riguardano le utenze della luce e del gas. Lo scopo di PrezzoLuce.it è quello di aiutare il consumatore a svolgere le pratiche relative alla fornitura di metano, GPL ed elettricità, per clienti domestici e business. Partiamo rispondendo ad alcune frequenti domande sul mondo energetico.


A cosa serve un contatore luce e gas?

Un contatore elettrico è installato all'interno o in prossimità di ciascuna unità abitativa. Misura il consumo di una casa in modo che il fornitore possa fatturarlo al consumatore. In caso di nuova costruzione, bisogna richiedere l'allaccio alla rete, l'installazione e quindi l'attivazione di un contatore luce. I contatori elettrici sono di proprietà del distributore locale, nella maggior parte dei casi e-distribuzione. Quindi, tutte le operazioni eseguite sul contatore vengono svolte da tecnici di e-distribuzione. Per utilizzare la corrente, il consumatore deve sottoscrivere un contratto con un fornitore di energia. Può chiamare il servizio clienti o recarsi personalmente presso un negozio del gestore.

  • Se il contatore non è presente, le opzioni sono due:
  • chiamare il fornitore e sottoscrivere un contratto di energia per poter utilizzare l’elettricità in casa (il gestore contatta il distributore per iniziare i lavori di installazione);
  • chiamare il distributore che si occupa solo dell’installazione del nuovo impianto, non della gestione della fornitura di corrente.

Per il contatore del gas, l’iter da svolgere è lo stesso. Per attivazioni delle utenze, con contatore già installato, dovrete comunicare al fornitore il codice POD (luce) o PDR (gas).
Prima dell’installazione dei nuovi contatori intelligenti, i clienti erano costretti a inviare l’autolettura dei consumi al fornitore. Una procedura che consentiva di avere in bolletta costi calcolati su consumi reali piuttosto che stimati. Oggi però molte famiglie hanno già installato lo smart meter che consente un controllo da remoto da parte del distributore e la telelettura.

Potenza contatore, disponibile e impegnata

Ogni contatore della luce è dotato di una potenza massima prelevabile dall’impianto di distribuzione (potenza disponibile). Tale valore è superiore del 10% alla potenza impegnata, ossia quella stabilita al momento della sottoscrizione del contratto di fornitura. La potenza deve essere proporzionata alla quantità di elettrodomestici presenti in casa. Un consumo elevato di elettricità con una potenza impegnata bassa, potrebbe causare interruzioni di corrente. A seconda della destinazione d’uso, inoltre, il contatore può essere monofase e trifase.

Quali sono i distributori di metano ed elettricità?

I distributori, come abbiamo visto, sono coloro che si occupano della gestione dei contatori. Un contatore è installato con una certa potenza disponibile, impostata dal distributore locale. Ma questo potenza è diversa da quella sottoscritta col fornitore. Spetta al consumatore scegliere la potenza del suo contatore in base alle sue esigenze. Da questo dipende anche il costo totale in bolletta. La potenza di un contatore non è quindi banale poiché condiziona il corretto funzionamento di un impianto elettrico. Una potenza troppo bassa causerà dei problemi e in caso di contatore guasto dovrete contattare il distributore locale al numero di pronto intervento.

Una connessione di un nuovo impianto richiede tempo (circa 1 mese), pertanto è necessario procedere prima di entrare nella casa. Dopo la connessione alla rete, sarà quindi possibile scegliere un'opzione tariffaria (monoraria/bioraria) al fine di sottoscrivere un contratto di elettricità.

Come stimare il consumo di elettricità?

Per avere un'idea del consumo mensile della vostra casa, potete analizzare i dati nella bolletta della luce. Generalmente, una famiglia non numerosa consuma 2.700 kWh/anno (contatore 3kW). Al giorno d'oggi, ci sono modi per ridurre il consumo di kWh. Si può modificare la potenza del contatore, installare lampadine a basso consumo ed elettrodomestici con classe energetica A o superiore. Diminuire i consumi di elettricità non è difficile, basta cambiare le abitudini di consumo.

Gli Attori del mercato energetico

Oltre ai fornitori e ai distributori, ci sono altre figure pubbliche importanti all’interno del settore energetico; coloro che gestiscono e regolano le procedure nel mercato all’ingrosso e al dettaglio. L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), ad esempio, si occupa di stabilire le condizioni economiche e contrattuali nel mercato di maggior tutela. Inoltre, per la tutela del consumatore, mette a disposizione diversi strumenti: il portale offerte luce e gas, il servizio di conciliazione (in caso di controversie tra fornitore e cliente) e lo sportello per il consumatore. Nel sito dell’ARERA è possibile trovare spiegazioni sulle bollette e sulle operazioni relative alle utenze luce e gas, con l’elenco completo di tutti i distributori e fornitori divisi per aree sul territorio nazionale.
Oltre all’ARERA, altri attori svolgono dei ruoli chiave all’interno di questo settore, come il GME che si occupa dell'organizzazione e della gestione del mercato elettrico. Altre società importanti sono:

  1. Ricerca sistema energetico
  2. Gestore Servizi Energetici
  3. Acquirente Unico

GSE S.p.A. è una società controllata dal Ministero dell'economia e delle finanze, che possiede numerosi incarichi nel settore energetico. Le aziende controllate dal Gruppo sono quelle elencate precedentemente: GME, AU e RSE.

Aggiornato il