abbassare la bolletta

Risparmiamo insieme?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita per scegliere la migliore offerta luce e gas.

Gli elettrodomestici ed il risparmio in bolletta


La scelta degli elettrodomestici con consumi bassi può avere un risvolto importante sulla vostra bolletta. Scegliere elettrodomestici classe A +++ oppure di classe energetica A ++, vuol dire risparmiare sui costi e sul consumo energetico. Quando ad esempio, si vuole scegliere la macchina caffè automatica oppure un altro tipo di elettrodomestico come lavatrice, frigorifero o forno, è importante valutare bene qual è la classe energetica di riferimento e analizzare la spesa, al di là del prezzo di acquisto. Vediamo come fare per scegliere degli elettrodomestici con consumi bassi e che impatto possono avere tali tipi di macchinari sulla vostra bolletta!

La classe energetica degli elettrodomestici a basso consumo

Come già accennato, nella scelta dei migliori elettrodomestici è opportuno valutare la loro classe energetica. Ma quali sono le migliori? La classe di efficienza energetica indica il consumo energetico secondo la scala prevista dall'Unione Europea. Si va dalla classe energetica A +++, fino agli entro domestici di classe energetica A ++. A partire dal 1° marzo 2021 però la nuova classificazione ha eliminato i segni “+” prevedendo una equivalente elenco che va dalla classe più efficiente (A) a quella con maggiori consumi (G).

Nel sistema classico, la scelta di un forno classe A +++ oppure di un frigorifero classe A +++ vi permetterà di avere un risparmio medio annuale di circa il 60%, variabile a seconda del tipo di modello scelto. Ad esempio, chi compra una lavatrice classe A +++, riuscirà a consumare fino al 60% in meno di energia rispetto a un modello della precedente classe A. Invece, la scelta in una classe energetica A ++ arriva a consumare la metà rispetto alla classe A. Di contro, la classe energetica A + consuma fino al 25% di energia in meno rispetto alla prima classe A.

L'analisi dei costi e del consumo energetico

Quando si compra un elettrodomestico, oltre a guardare il costo di acquisto è necessario anche valutare il suo consumo energetico medio. Ad esempio, comprare un phon GHD potrebbe avere un costo più alto rispetto ad altri asciugacapelli di marchi meno professionali. Però, si potrà notare come il suo consumo medio sia molto ridotto rispetto invece, a elettrodomestici di pari potenza. Lo stesso discorso vale per chi compra un forno classe A + + +. Infatti, nella scelta dei migliori forni, la classe energetica è fondamentale perché vi permette di risparmiare almeno il 60% in meno. Niente male quindi, se si pensa che questo elettrodomestico viene usato ogni giorno! Oltre però alla classe energetica di un elettrodomestico, fate anche attenzione al modo in cui lo usate. Mettendo in campo una serie di accorgimenti come l'utilizzo serale della lavatrice, il carico pieno per la lavastoviglie e la posizione stessa in cui si installa un frigo, riuscirete a risparmiare sui consumi ancora di più!

Aggiornato il