migliore offerta luce

Risparmiamo insieme?

Approfitta di una nostra consulenza gratuita per scegliere un prezzo luce più basso! (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

I diversi tipi di pannelli fotovoltaici in commercio


Quando si pensa all'installazione di impianti fotovoltaici di solito si considerano fattori come la spesa iniziale, tenendo in conto le detrazioni fiscali sul fotovoltaico, il montaggio, l'impatto estetico e la convenienza ed efficienza energetica. Sebbene questi siano elementi importanti, c'è un fattore che influenzerà in modo preponderante la scelta: il tipi di modulo fotovoltaico che si sceglie. I pannelli fotovoltaici presenti sul mercato sono diversi, hanno costi differenti e possono essere installati in modi diversi. Esistono tre tipi di pannelli fotovoltaici, ognuno dei quali ha i suoi pro e contro. La scelta sul tipo da montare dipenderò dalla situazione specifica . In questa guida, discuteremo i tipi di pannelli fotovoltaici, vantaggi e svantaggi. I tre tipi di moduli fotovoltaici presenti sul mercato, per il consumo di massa sono: monocristallini, policristallini e pannelli solari flessibili (thin film). Ciascuno di loro è realizzato in un modo unico e ha un aspetto estetico diverso. Ovviamente prima di installare un impianto fotovoltaico è importante segnalare la struttura che lo andrà ad ospitare, l’azienda ALUSIC ad esempio offre una gamma completa di staffe, strutture e accessori per la realizzazione di tutte le opzioni di sostegno per pannelli fotovoltaici e solare termico. Dai tetti a tegole e coppi a tutte le tipologie di coperture industriali. E’ importante sottolineare che le strutture per pannelli fotovoltaici e tetti piani o inclinati nascono con l’idea e l’obiettivo di creare una struttura che permetta di installare i moduli fotovoltaici senza forare la copertura, il che rappresenta il primo grande vantaggio e il concetto di base per il quale è nato il sistema.
Ecco la ripartizione per ogni tipo di pannello solare.

Moduli fotovoltaici monocristallini

Sono il tipo di pannello PV più antico e il più sviluppato. Questi moduli sono costituiti da circa 40 celle fotovoltaiche monocristalline realizzate in silicio puro. Nel processo di fabbricazione un cristallo di silicio viene posto in una vasca di silicio fuso. Il cristallo viene quindi estratto dalla vasca molto lentamente, consentendo al silicio fuso di formare un guscio di cristallo solido attorno ad esso chiamato lingotto. Il lingotto viene quindi affettato sottilmente in wafer di silicio. Il wafer viene trasformato nella cella, quindi le celle vengono assemblate insieme per formare un pannello . Le celle solari monocristalline appaiono nere a causa del modo in cui la luce solare interagisce con il silicio puro. Mentre le celle sono nere, c'è una varietà di colori e disegni per i fogli posteriori e le cornici. Le celle monocristalline hanno la forma di un quadrato con gli angoli rimossi, quindi ci sono piccoli spazi tra le celle. Ci sono moduli di diverse potenze, i piú utilizzati per l'ambito domestico sono quelli da 260, 300 e 330 watt che possono avere efficienze anche del 18-20% con nel caso dei moduli fotovoltaici della Sunpower.

Moduli fotovoltaici policristallini

I pannelli solari policristallini sono uno sviluppo più recente, ma stanno crescendo rapidamente in popolarità ed efficienza. Proprio come quelle monocristalline, le celle policristalline sono realizzate in silicio. Ma le celle policristalline sono costituite da frammenti del cristallo di silicio fusi insieme. Durante il processo di fabbricazione, il cristallo di silicio viene posto in una vasca di silicio fuso. Invece di estrarlo lentamente, questo cristallo può frammentarsi e poi raffreddarsi. Quindi, una volta che il nuovo cristallo si è raffreddato nel suo stampo, il silicio frammentato viene tagliato a fette sottili in wafer solari policristallini. Questi wafer vengono assemblati insieme per formare un pannello policristallino. Le cellule policristalline sono di colore blu a causa del modo in cui la luce solare si riflette sui cristalli. La luce solare si riflette sui frammenti di silicio in modo diverso rispetto a una cella di silicio puro. Di solito le cornici posteriori e le cornici sono d'argento con policristallino, ma possono esserci variazioni. La forma della cella è un quadrato e non ci sono spazi tra gli angoli delle celle. I pannelli policristallini, a parità di potenza, sono piu' efficienti rispetto ai monocristallini, possiamo arrivare anche ad un 22-23% di rendimento.

Pannelli thin film

Si tratta di sviluppo estremamente nuovo nel settore dei pannelli solari. La caratteristica più distintiva dei pannelli a film sottile è che non sono sempre realizzati in silicio. Possono essere realizzati con una varietà di materiali, tra cui tellururo di cadmio (CdTe), silicio amorfo (a-Si) e seleniuro di gallio indio rame (CIGS). Queste celle solari vengono create posizionando il materiale principale tra sottili fogli di materiale conduttivo con uno strato di vetro sulla parte superiore per protezione. I pannelli a-Si usano silicio, ma usano silicio non cristallino e sono anche ricoperti di vetro. Come suggerisce il nome, i pannelli a film sottile sono facilmente identificabili dal loro aspetto sottile e flessibile. Ciò li rende utilizzabili anche su superfici curve che possono "coprire" seguendo la forma. Ecco perchè vengono utilizzati anche in situazioni di "integrazione architettonica". Questi pannelli sono circa 350 volte più sottili di quelli che utilizzano wafer di silicio. Le celle a film sottile possono essere nere o blu, a seconda del materiale con cui sono state realizzate. Rispetto ai moduli cristallini hanno un'efficienza molto piú ridotta. Nelle migliori condizioni non riescono ad avere rendimenti superiori al 12-13%. Il costo è leggermente piú basso rispetto agli altri tipi di moduli.

Aggiornato il