abbassare la bolletta

Risparmiamo insieme?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita per scegliere la migliore offerta luce e gas.

Prefabbricati e coperture metalliche


Gli edifici prefabbricati, sia ad uso abitativo che ad uso industriale si caratterizzano per i costi ridotti ed elevate prestazioni in termini di resistenza e stabilità. Analizziamo tutti i pro e i contro che derivano dall'acquisto di una casa prefabbricata e quali sono le caratteristiche principali e i benefici di una copertura metallica

Prefabbricati, cosa sono

Gli edifici prefabbricati sono una vera e propria struttura abitativa che si distingue per le elevate prestazioni in termini di resistenza, durevolezza e stabilità. I prefabbricati possono essere costruiti con diversi tipi di materiale, quali legno, cemento o muratura e avere una funzione sia abitativa che industriale. Il vantaggio principale di un prefabbricato è il prezzo decisamente più contenuto rispetto alle costruzioni tradizionali, in quanto i prefabbricati vengono prima costruiti e poi assemblati direttamente sul luogo con tempistiche piuttosto rapide. Scegliere di acquistare un prefabbricato può dunque rivelarsi un ottimo investimento e fornisce la possibilità di ottenere una struttura stabile e di qualità, con prezzi bassi e in poco tempo, oltre a essere particolarmente resistente alle sollecitazioni sismiche.

Casa prefabbricata, tipologie e caratteristiche

Le case prefabbricate sono spesso associate all'edilizia popolare ma negli ultimi anni, grazie alle spinta delle nuove tecnologie, hanno aumentato notevolmente la loro popolarità e diffusione grazie anche a tutti i vantaggi che le caratterizzano. É bene sfatare il mito che le case prefabbricate siano tutte uguali in quanto realizzate in serie: grazie all'utilizzo di diversi materiali e la possibilità di comporle a piacimento, una casa prefabbricata può essere personalizzata dall'acquirente a seconda dei suoi gusti ed esigenze. Possiamo inoltre scegliere se acquistare una casa prefabbricata “chiavi in mano” ovvero completamente costruita e pronta per essere solo arredata, oppure possiamo richiedere la consegna di una casa prefabbricata “a grezzo avanzato” con struttura esterna completa, ovvero priva di pavimenti e sanitari, che possono così essere aggiunti successivamente dal cliente in base alle sue esigenze.

I vantaggi e gli svantaggi delle case prefabbricate

Scegliere di acquistare una casa prefabbricata può portare diversi vantaggi. Vediamo quali. Risparmio economico: Una casa prefabbricata può vantare un costo decisamente più basso rispetto a una costruzione tradizionale. Ad esempio, una casa in legno prefabbricata chiavi in mano ha un costo che varia da 1.200 ai 1.500 euro al mq. Inoltre il costo di realizzazione è molto ridotto, fino al 30% in meno rispetto a una classica abitazione, e, a differenza dell'edilizia tradizionale, il preventivo, una volta fissato non subisce aumenti. Sostenibilità: Sempre più cittadini sono sensibili alle tematiche ambientali e una casa prefabbricata di ultima generazione si inserisce perfettamente in quest'ottica, grazie anche all'utilizzo di materiali green come il legno e la possibilità di smantellare l'abitazione, alla fine del suo ciclo di vita, e riutilizzarne i materiali. Inoltre le nuove case prefabbricate in bioedilizia presentano notevoli vantaggi in termini di isolamento e prestazioni energetiche, permettendo di limitare il costo delle bollette. Nonostante la crescente popolarità occorre segnalare che le case prefabbricate possono presentare anche degli svantaggi. In particolare: Elevati costi di manutenzione: a fronte del basso investimento iniziale, una casa prefabbricata in legno può richiedere periodici interventi di manutenzione, sopratutto per proteggere la costruzione da agenti atmosferici, quali infiltrazioni di acqua ed eccessivo irraggiamento solare Scarso isolamento termico: le case prefabbricate in cemento non possono essere oggetto di alcuna modifica strutturale e inoltre presentano uno scarso isolamento termico, dovuto soprattutto al poco spessore delle pareti che impedisce di conservare il calore. Poca personalizzazione: Uno dei limiti delle case prefabbricate, soprattutto in cemento e acciaio riguardano gli alti costi necessarie per apportare modifiche in fase di post realizzazione, come la creazione di una nuova stanza o l'eliminazione di un muro. Per questo è molto importante avere le idee ben chiare in fase di progettazione.

Copertura prefabbricata, cos'è e come funziona

Il tetto rappresenta uno degli elementi più importanti di una struttura edile, in grado di assicurare stabilità, isolamento e impermeabilità. La copertura ha la funzione di proteggere l'abitazione dagli agenti esterni, come l'acqua, il vento e la neve, oltre a garantire un ottimo isolamento termico e la capacità di integrarsi nell'estetica architettonica dell'edificio. Una copertura prefabbricata può essere composta di diversi materiali, ma le tipologie più diffuse sono il legno lamellare e le lastre metalliche. Ognuno di questi materiali presenta delle caratteristiche specifiche. Vediamo quali.

Coperture in legno lamellare

Il legno è uno degli elementi più utilizzati e sfruttati in edilizia, grazie ai suoi naturali vantaggi, tra cui l'isolamento termico, la resistenza al fuoco e un'estetica in grado di fornire benessere ed elevare il comfort abitativo. Uno dei vantaggi principali delle coperture prefabbricate in legno è legato all'elevato isolamento termico: il legno è infatti un ottimo materiale isolante in grado di ridurre le escursioni termiche e assicurare una traspirazione continua, contrastando l'umidità e la creazione di muffe. Sebbene il legno sia uno dei materiali più infiammabili in natura, il legno lamellare si caratterizza per un'elevata resistenza al fuoco, in quanto è composto da lamelle di legno pressate tra loro, in grado di creare uno strato protettivo in grado di rallentare il fuoco.

Coperture metalliche, caratteristiche e benefici

Le coperture metalliche hanno il vantaggio di essere particolarmente resistenti e facilmente isolabili, rappresentando così una soluzione perfetta sia per le abitazioni private che per gli edifici industriali. Ad oggi, grazie ai progressi nell'edilizia, è possibile utilizzare le i metalli anche per le facciate delle abitazioni, dove al rivestimento in metallo vengono abbinate delle speciali pannellature isolanti, definite “a sandwich”. Inoltre una copertura prefabbricata in metallo, grazie alla sua caratteristica resistenza e leggerezza, si pone come la scelta migliore per la messa in posa di pannelli fotovoltaici. Uno dei pochi svantaggi della copertura metallica è rappresentata dalla temperatura della superficie che, soprattutto nei luoghi più caldi può raggiungere valori elevati, con il rischio di surriscaldarsi eccessivamente. Si tratta però di un limite facilmente aggirabile: è sufficiente dotarsi infatti di un “tetto ventilato” in grado di trasferire l'aria calda da sotto i pannelli e convogliarla altrove, ad esempio per riscaldare l'ambiente interno, in un perfetto meccanismo di riciclo. Tra i vantaggi delle coperture prefabbricate in metallo segnaliamo: Maggiore resistenza e stabilità: le coperture metalliche offrono un'ottima resistenza agli sbalzi di temperatura e all'azione corrosiva delle intemperie Leggerezza: grazie al peso specifico più basso, è possibile ottenere una copertura dal peso fino a 20 volte più leggero rispetto a una copertura classica in tegole. Durata nel tempo: i pannelli metallici sono particolarmente resistenti alla corrosione e meno soggetti all'invecchiamento. Estetica: la copertura metallica può essere modificata in base a gusti ed esigenze del cliente, offrendo interessanti soluzioni sia in termini di colore che di effetto finale. Sostenibilità: i rivestimenti metallici sono interamente riciclabili, permettendo così di ridurre l'impatto ambientale finale dell'edificio. Costo ridotto: sebbene la pesa iniziale possa essere più elevata rispetto a una copertura in legno, la scarsa manutenzione richiesta permette di ridurre i costi nel lungo periodo.

Aggiornato il