Global environment: la rivista di scienze naturali per tutelare l’ambiente

migliore offerta gas

Limitare il consumo degli elettrodomestici non basta!

Ti aiutiamo a scegliere la migliore tariffa luce in base alle tue esigenze. Servizio Gratuito (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Vuoi risparmiare in bolletta?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato gratuitamente per confrontare le offerte con l'aiuto di un nostro esperto.

ambiente (1)

Scopriamo di cosa si occupava Global Environment, rivista semestrale che indagava diverse tematiche ambientali.


Global Environment, la storia

La rivista semestrale Global Environment è un giornale di storia e scienze naturali e sociali che intende agire come un forum e una camera di risonanza per le indagini in corso sull'ambiente e la storia del mondo, con particolare riguardo alle epoche moderne e contemporanee. L’intento è quello di stimolare e raccogliere studi e ricerche che, nonostante una diversità di approcci e temi, condividano una prospettiva ambientale sulla storia del mondo nelle sue diverse sfaccettature, tra cui sviluppo economico, relazioni sociali e produttive, governo e relazioni tra i popoli.

Uno degli impegni principali della rivista dovrebbe essere quello di riunire diverse aree di competenza in entrambe le scienze naturali e sociali per aiutarle a trovare un linguaggio comune e una prospettiva comune nello studio della storia.

giornale

Global Environment si sforza di trascendere il pregiudizio occidentale e "sviluppista" che ha finora informato la storiografia ambientale internazionale e favorire l'emergere di punti di vista spazialmente e culturalmente diversificati. Cerca di sostituire la nozione di "gerarchia" con quella di "relazione" e "scambio" - tra continenti, stati, regioni, città, zone centrali e aree periferiche - nello studio della costruzione o distruzione di ambienti ed ecosistemi.

La crisi ambientale

Sia gli editori che i contributori della rivista, da un lato, e il suo pubblico di lettori, dall'altro, includono non solo storici, ma anche ecologi, agronomi, esperti in scienze forestali, botanici, geologi, climatologi , economisti, sociologi, urbanisti, giuristi, archeologi, ecc. L'attuale crisi ambientale è anche una crisi degli strumenti che gli esseri umani hanno usato per interpretare la realtà, in parte come risultato della separazione delle scienze sociali, da un lato, e le scienze naturali, dall'altra; una separazione in gran parte dovuta al prevalere di un approccio meccanicistico su uno sistemico ed evolutivo nella scienza moderna. Questa tendenza ha avuto un'importante riflessione sulle azioni dei decisori politici e, in particolare, sulla separazione tra economia e ambiente nei processi decisionali. Quindi, la storia può giocare un ruolo fondamentale nella ricerca di modelli per le relazioni tra le scienze in grado di informare gli attori istituzionali nel fare le scelte giuste.

Il giornale intende mantenere un approccio interdisciplinare che tenga conto della notevole evoluzione delle indagini storiche negli ultimi decenni per quanto riguarda fonti e metodi. Oggi gli storici non fanno più affidamento solo su documenti scritti; si rivolgono anche a fonti materiali e archivi biologici, attingendo sia dalle scienze ecologiche sia dalle scienze sociali, e talvolta combinandole in modo efficace. Questo è il motivo per cui il lavoro degli storici ambientali sembra essere più difficile di quello degli storici tradizionali.

 

Lo storico ambientale deve padroneggiare più tecniche di indagine e gestire più informazioni. Quindi, resta ancora molto da fare per migliorare l'efficacia e la qualità delle indagini storico-ambientali.

La storia ambientale

L'adozione di un approccio multidisciplinare può anche facilitare l'integrazione dei risultati della ricerca nella politica ambientale. Questa è una sfida importante che può consentire alla storia ambientale di guadagnare un posto tra le discipline scientifiche attualmente impegnate nella definizione dell'azione da intraprendere per raggiungere uno sviluppo sostenibile.

Il carattere internazionale dei fenomeni sta affrontando la storiografia con nuove sfide. I problemi ambientali - così come le politiche che determinano e i movimenti che generano - sono diventati globali, dagli effetti della deforestazione a quelli delle emissioni di carbonio sui cambiamenti climatici; dall'uso di agenti chimici nell'agricoltura industriale e dall'intensa commercializzazione dei suoi prodotti all'intero sistema di flussi di energia e materie prime che collegano città e paesi lontani in tutto il mondo; dall'accelerazione della mobilità delle risorse umane alla dimensione planetaria degli effetti della desertificazione; e così via.

Aggiornato il