abbassare la bolletta

Risparmiamo insieme?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita per scegliere la migliore offerta luce e gas.

L’importanza dell’isolamento termico e dell’isolamento delle mura


Cos'è l'isolamento termico e perché è così importante averlo in casa? In questo articolo analizziamo tutti i vantaggi di un isolamento termico efficace, dall'aumento del comfort domestico al miglioramento dell'efficienza energetica. Inoltre analizzeremo l'importanza dell'isolamento delle murature, i materiali impiegati e le più diffuse tipologie di isolamento domestico.

Isolamento termico, cos'è e perché è importante

Negli ultimi tempi si parla sempre di più di isolamento termico, grazie soprattutto agli incentivi statali stanziati dallo Stato per la riqualificazione energetica: l'isolamento termico permette infatti di migliorare l'efficienza energetica di un'abitazione, assicurando una tenuta ottimale anche ai climi più rigidi, un aumento del comfort domestico e un notevole risparmio sulla bolletta del riscaldamento. Quando si ristruttura una casa si svolgono molto spesso interventi mirati alla realizzazione del cappotto o isolamento termico, mediante l'utilizzo di pannelli isolanti che vengono sfruttati anche per migliorare la coibentazione del tetto. I vantaggi dell'isolamento termico sono diversi, in particolare permettono di migliorare l'efficienza energetica dell'abitazione, riducono la dispersione di calore e gli sprechi inutili di energia, permettendo di risparmiare fino al 70% sui consumi energetici domestici e ridurre al tempo stesso le spese di manutenzione. L'unico “ostacolo” da tenere in considerazione è rappresentato dall'investimento iniziale, spesso abbastanza importante da un punto di vista economico, ma grazie all'Ecobonus è possibile ottenere una detrazione fiscale fino al 110%. Inoltre, questi lavori aumenteranno il valore dell’immobile.Esistono diversi tecniche volte ad incrementare il valore della casa come la Home staging.

Isolamento delle murature

Parlando di isolamento termico è bene approfondire il concetto di isolamento delle murature, che consiste nell'utilizzo di strati ad alta resistenza termica, con l'obiettivo di diminuire il passaggio del calore attraverso le pareti esterne. Esistono principalmente tre tipi diversi di isolamento, per riflessione, resistivo e capacitivo. Entriamo ora nel dettaglio per approfondire i diversi tipi di isolamento. Isolamento per riflessione Sebbene ancora poco diffuso, l'isolamento per riflessione risulta particolarmente importante in un'abitazione dove la trasmissione del calore avviene tramite emissione di energia radiante, ad esempio in caso di sottotetti o intercapedini. Per ottenere questo particolare isolamento è possibile utilizzare fogli di alluminio, capaci di schermare le radiazioni emesse da fonti di calore di diverso tipo. Meglio ancora se il foglio di alluminio viene collocato a distanza e non a diretto contatto con la fonte di calore, in quanto potrebbe annullare l'effetto riflettente. Isolamento resistivo L'isolamento resistivo sfrutta a proprio vantaggio una particolare caratteristica dell'aria, ovvero quella di possedere una minor conduttività termica. Per raggiungere questo obiettivo vengono sfruttati diversi materiali che possono essere di due tipologie: isolanti a struttura schiumosa, quali polistirene o il poliuretano, e isolanti a struttura fibrosa, quali lana minerale, lana di legno o fibra di vetro. Isolamento capacitivo L'isolamento capacitivo si basa sulla proprietà dei materiali di accumulare e trattenere calore al loro interno, per poi rilasciarlo durante i periodi di raffreddamento.

Isolamento termico, tipologie e caratteristiche

Entriamo ora nei dettagli per analizzare da vicino le diverse soluzioni per l'isolamento termico delle abitazioni, ovvero l'isolamento a cappotto esterno, l'isolamento a cappotto interno e l'isolamento in intercapedine. Isolamento Esterno a “cappotto” Si tratta dell'isolamento termico in grado di assicurare le performance migliori per quanto riguarda l'efficienza energetica dell'edificio. Per ottenere un isolamento esterno a cappotto è necessario utilizzare materiali idrorepellenti, in grado di resistere all'umidità dell'aria. I pannelli isolanti vengono applicati all'esterno della muratura e consentono di ottenere un risparmio energetico fino all'80%. Isolamento Interno a “cappotto interno” L'isolamento a cappotto interno garantisce un ottimo isolamento termico durante il periodo invernale, sebbene durante il periodo estivo sia spesso necessario ricorrere a un sistema di raffrescamento. Per il cappotto interno vengono utilizzati generalmente materiali fibrosi, in quanto non sono a diretto contatto con l'aria. Grazie all'installazione dei pannelli isolanti all'interno della muratura è possibile ridurre in modo importante i costi dell'installazione. Rispetto al cappotto esterno, il cappotto interno permette di riscaldare e raffreddare l'edificio più in fretta, pur richiedendo un maggior raffrescamento durante il periodo estivo. Isolamento in intercapedine L'isolamento in intercapedine si ottiene inserendo uno strato termoisolante nell'intercapedine tra due muri. Per questo particolare tipo di isolamento è possibile utilizzare diversi tipi di materiali, quali sughero, lana di vetro o cellulosa. Rispetto alle due tipologie di isolamento illustrate in precedenza, l'isolamento a intercapedine offre un risparmio energetico inferiore.

Aggiornato il