Consigli pratici per il risparmio in bolletta


Vuoi risparmiare soldi per fronteggiare il caro-bollette? Ecco una guida con alcuni consigli su affabili pratiche da sfruttare per evitare gli sprechi di energia in casa ed avere quindi un notevole risparmio in bolletta; questi vanno dal riscaldamento dell’abitazione ai consumi della corrente elettrica. Luci al LED, elettrodomestici efficienti con classe energetica in A+++, schermature solari, finestre di nuova generazione e valvole termostatiche: può bastare davvero poco per avere grandi benefici.

Cosa possiamo fare per ridurre i consumi domestici?

Famiglie e pubblica amministrazione stanno protestando da tempo contro il caro bollette. Un episodio da registrare è quello del comune di Chieri. Ma le proteste per il momento hanno sortito un effetto desiderato ridotto. Pertanto ogni cittadino deve trovare da se soluzioni volte a contrastare il caro energia.

Ricordando sempre che i consumi in bolletta non possono essere presunti, spesso sono sufficienti solo delle piccole azioni quotidiane che permettono di ottenere un risparmio economico sulle bollette. Tra le principali abbiamo:

  • Evitare di aprire le finestre se c’è il riscaldamento acceso;
  • Spegnere tutte le luci e ridurre il riscaldamento quando si esce dalla propria abitazione;
  • Spegnere il pc e tutti gli altri apparecchi elettronici quando non vengono utilizzati;
  • Impostare la temperatura dell’abitazione fino a massimo 20 gradi. Oltre questa temperatura i consumi domestici sono decisamente più elevati;
  • Sostituire le lampadine vecchie e installare nuove lampadine al LED che garantiscono un risparmio energetico dell’85%;
  • Preferire gli elettrodomestici a classe energetica elevata per avere un risparmio che può arrivare fino al 40%;
  • Schermare le finestre durante la notte con persiane, tapparelle o tende per ridurre la dispersione di calore;
  • Installate nei termosifoni le valvole termostatiche, garantiscono un risparmio del 13% sul consumo di gas metano;
  • Fra gli errori più comuni da evitare rientra anche quello di dimenticarsi di sbrinare frigo e congelatore nel caso in cui dovessero accumulare ghiaccio. In tal caso se il frigo è ghiacciato i consumi aumentano notevolmente;
  • Scegliere una caldaia a condensazione. Questa tecnologia è in grado di far risparmiare fino al 22% di gas metano rispetto ai modelli tradizionali.

Questi sono piccoli accorgimenti da seguire in attesa dei provvedimenti del governo contro il caro bollette a favore dei vari settori in Italia.

Diversi fornitori stanno cercando di ovviare il problema sul caro energia dovuto dalla guerra. Una delle ipotesi più vive è la costruzione di un rigassificatore a Porto Empedocle in Sicilia.

Cambiare porte e finestre

La scelta dei giusti serramenti non è affatto da sottovalutare, soprattutto se quelli già presenti in casa sono vecchi e non garantiscono le prestazioni di una volta. Finestre e porte datate infatti possono creare spifferi e ponti termici che provocano un’elevata dispersione di calore e di conseguenza maggiori consumi domestici.

È bene quindi scegliere serramenti di nuova generazione con specifiche caratteristiche come:

  • Un elevato isolamento termico;
  • Realizzazione con taglio terminco;
  • Avere vetri doppi o addirittura tripli in base alle esigenze.

Per migliorare inoltre il comfort dell’abitazione bisognerebbe scegliere anche porte e finestre ad elevato isolamento acustico per isolare i rumori esterni.

Per la scelta della soluzione più adatta alle proprie esigenze è bene affidarsi ad aziende leader del settore ferramenti come Makesia Infissi e Sicurezza, che grazie ad un costante aggiornamento saprà sempre indirizzarti verso le soluzioni migliori in termini di efficienza e durata.

Cambiare porte e finestre è un ottimo escamotage per favorire il risparmio energetico. Il caro bollette ha colpito tutta la nostra penisola, facendo addirittura registrare aumenti del 200% in Sardegna e in altre regioni d'Italia.

Scegliere il fornitore adatto per le proprie utenze

Un passo fondamentale per risparmiare in bolletta è sicuramente quello di scegliere per le proprie utenze il fornitore adeguato con cui sottoscrivere un’offerta conveniente per luce, gas e internet. Ad oggi è possibile scegliere di passare al mercato libero, molto più conveniente di quello tutelato; questo perché nel mercato tutelato i prezzi sono stabiliti da ARERA e subiscono numerose oscillazioni in base agli andamenti del mercato. Nel mercato libero sono invece i fornitori a stabilire il prezzo dell'energia in un regime di libera concorrenza optando quindi per tariffe assolutamente più vantaggiose.

Per quanto riguarda internet è importante scegliere anche un operatore vantaggioso per il proprio smartphone; questo perché le app utilizzate di frequente hanno un consumo consistente di giga ed è bene avere quindi una tariffa magari con giga illimitati.

Infine la IEA (Agenzia Internazionale per l'Energia) ha preposto 10 misure per limitare lo spreco di energia in attesa della definitiva svolta green.

Aggiornato il