migliore offerta luce

Risparmiamo insieme?

Approfitta di una nostra consulenza gratuita per scegliere un prezzo luce più basso! (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

L’importanza della manutenzione della canna fumaria di stufe e camini


La manutenzione e la pulizia della canna fumaria sono di rilevante importanza per ottenere il perfetto funzionamento del sistema di aspirazione dei fumi della caldaia ed essere aggiornati sulla normativa sulla manutenzione e pulizia della canna fumaria di stufe e camini è basilare. Ispezionare regolarmente le canne fumarie delle vostre stufe e dei vostri camini permetterà di intervenire tempestivamente qualora vi fossero problematiche per preservarne il loro regolare funzionamento.

A chi affidare la manutenzione della canna fumaria

Consigliamo di affidarsi ad uno spazzacamino esperto per l’asportazione di detriti e di fuliggini provenienti dagli scarti di combustione; quest’ultima infatti sprigiona fumi nocivi. E’ necessario che i sistemi di esclusione dei fumi funzionino perfettamente per permettervi di vivere in ambienti ben riscaldati e sicuri. Eseguire la corretta manutenzione e pulizia della canna fumaria di stufe e camini permette di vivere in ambienti sicuri e salutari e permette all’impianto di durare.

Cosa dice la normativa sulla manutenzione e la pulizia della canna fumaria

La normativa UNI 10683 disciplina la corretta manutenzione e la pulizia della canna fumaria di stufe e camini. La normativa sulla manutenzione e la pulizia della canna fumaria specifica che i sistemi di riscaldamento, siano essi stufe o camini, devono essere puliti una volta l’anno da personale qualificato. Per quanto riguarda l’operazione di pulizia della canna fumaria deve essere fatta:

  • per i camini ogni 40 quintali di legna bruciata
  • per le stufe a pellet ogni 20 quintali di materiale arso

La manutenzione e la pulizia della canna fumaria di stufe e camini deve essere eseguita necessariamente da uno spazzacamino con una licenza regolare che è autorizzato a rilasciare un certificato di conformità. Questa operazione permette di essere tutelati nel caso di un incendio della canna fumaria. La corretta manutenzione e la pulizia della canna fumaria di stufe e camini consentono di ottenere il massimo rendimento dell’impianto di riscaldamento, limitandone le problematiche che potrebbero verificarsi e risparmiando oggettivamente sui consumi.

Sicurezza della vostra casa grazie alla manutenzione e alla pulizia della canna fumaria di stufe e camini

Eseguire una corretta manutenzione e pulizia della canna fumaria di stufe e camini è fondamentale per tenere in sicurezza la vostra casa. La canna fumaria del vostro camino o della vostra stufa, a causa della combustione del legno, si incrosta di fuliggine, una sostanza di colore nero intenso che si accumula sulle pareti della vostra cappa. Questa sostanza deve essere regolarmente asportata una volta l’anno, con l’ausilio di appositi strumenti e spazzole. I lavori di manutenzione e pulizia della canna fumaria dei vostri camini o delle vostre stufe, devono essere affidati ad uno spazzacamino esperto che dovrà raschiare via i detriti dal tubo di aspirazione grazie all’ausilio di specifici strumenti.

La manutenzione e la pulizia della canna fumaria di stufe e camini è necessaria almeno una volta all’anno anche se avete impianti di ultima generazione alimentati con propellenti a gas. Grazie alla corretta manutenzione e pulizia della canna fumaria di stufe e camini, potete evitare che si verifichi un incendio della canna fumaria.

Gli incendi possono provocare danni sia alle abitazioni che alla salute dei condomini. Questo accade perché la fuliggine si deposita sulle pareti della cappa e restringe la capacità di aspirazione andando ad ostruire il tubo di aspirazione. La fuliggine infatti prende fuoco molto facilmente quindi si rischia di danneggiare irrimediabilmente il sistema o, addirittura, di provocare esplosioni a causa della condensa di fumo. Una soluzione potrebbe essere quella di richiedere la costruzione di cappe in alluminio o in materiale refrattario, come mattoni e altro, per limitare il rischio di incendi. Ricordate sempre di pulire il camino, o la stufa, dalla cenere e di dotarli di chiusure refrattarie al caldo. Queste limitano la fuoriuscita di lapilli e tizzoni ardenti ed evitano che il ristagno dei fumi penetri negli ambienti casalinghi creando cattivi odori.

E’ importante anche controllare regolarmente il comignolo per accertarvi che sia integro e svolga il suo lavoro. E’ di rilevante importanza evitare di lasciare un camino o una stufa accesi la notte se non si è presenti all’interno della propria abitazione o durante la notte in quanto potrebbero fuoriuscire dei fumi dannosi, o addirittura letali, per la vostra salute. Le cause d’incendio connesso ai camini, ai condotti e alle canne fumarie sono principalmente tre:

  • scarsa manutenzione e pulizia
  • inadeguatezza tecnica
  • combustione di materiali non convenzionali (rifiuti solidi urbani)

 

Eseguire una corretta manutenzione e pulizia affidandosi ad esperti specializzati del settore permetterà di ridurre e prevenire il rischio di incendi e garantirà il perfetto funzionamento dell’impianto evitando sprechi.

Aggiornato il