abbassare la bolletta

Risparmiamo insieme?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita per scegliere la migliore offerta luce e gas.

Manutenzione degli impianti: l’importanza per un risparmio energetico e una buona prevenzione


Per conservare efficienza e sicurezza nel tempo è necessario effettuare una manutenzione degli impianti periodica, in quanto ogni oggetto è soggetto ad usura. La manutenzione regolare mantiene attrezzature, macchinari, mezzi e ambiente di lavoro sicuri ed affidabili. L’assenza di manutenzione o una manutenzione inadeguata possono essere causa di situazioni pericolose. Un’azienda deve essere in grado di prevenire i guasti, ma anche progettare e monitorare un sistema di gestione ottimale in grado di incorporare nuove tecnologie disponibili. Inoltre, applicare una strategia di interventi preventivi e schedulati nel tempo, permette di allungare la vita dell’impianto elettrico e di ottimizzarne i consumi.

Cos’è la manutenzione?

La manutenzione elettrica si può definire come l’insieme di operazioni tecnico-gestionali necessarie a mantenere nel tempo l’efficienza funzionale e le prestazioni nominali di una macchina o di un impianto nel rispetto delle norme di sicurezza.

Non è una condizione sufficiente aver progettato e costruito un impianto o una macchina a regola d’arte, poiché qualsiasi componente, anche se impiegato correttamente, non può mantenere invariate nel tempo le proprie prestazioni e caratteristiche di sicurezza.
Al fine quindi di preservare nel tempo gli impianti in conformità alla regola dell’arte è indispensabile una regolare e costante attività di manutenzione da effettuarsi con periodicità indicate da leggi o norme tecniche del settore.

Le principali finalità della manutenzione sono:

  • conservare le prestazioni e il livello di sicurezza iniziale contenendo il normale degrado ed invecchiamento dei componenti;
  • ridurre i costi di gestione dell’impianto evitando perdite per mancanza di produzione a causa dell’invecchiamento dell’impianto stesso;
  • rispettare le disposizioni di legge.

Ogni utente deve valutare in dettaglio le attività di manutenzione

Come si fa manutenzione?

1.Assicurando l’esistenza e il buon funzionamento dei sistemi di sicurezza e di prevenzione contro infortuni;

2.Gestendo le risorse aziendali minimizzando i costi derivanti dalla possibile rottura e/o dalla riparazione delle risorse tecniche destinate alla produzione;

3.Operando con continuità al fine di limitare il decadimento delle prestazioni delle macchine;

4.Formando gli addetti di produzione ad alcuni aspetti di correttezza e sicurezza nell’utilizzo dei macchinari;

 

Il raggiungimento degli obiettivi è vincolato dalle azioni pratiche che la manutenzione deve porre in atto. Sono azioni che comprendono ispezione, collaudo, misurazione, sostituzione, regolazione, riparazione, rilevazione guasti, sostituzione di pezzi, messa a punto, lubrificazione, pulizia. In questo caso è utile rivolgersi a professionisti qualificati che già nel momento dell’installazione pongono in essere le basi per la stesura di questi documenti.

Aggiornato il