Ristrutturazioni casa: i bonus previsti per il 2022

ristrutturazione casa

Quasi tutti i bonus casa della Legge di Bilancio sono stati confermati anche per il 2022. Incentivi per l’acquisto di mobili; agevolazioni per rendere la propria casa efficiente dal punto di vista energetico; miglioramento delle aree verdi della propria abitazione. Sono diverse le migliorie che si possono apportare alla propria casa beneficiando degli incentivi preposti dal governo. Negli ultimi anni infatti sono state introdotte delle agevolazioni per aiutare le famiglie italiane che vogliono migliorare la propria abitazione e renderla efficiente e confortevole. Andiamo a vedere quali sono i bonus di cui è possibile beneficiare e come richiederli.

Tutti i bonus casa 2022 Tra tutti, il bonus più utilizzato nello scorso anno è stato sicuramente il Superbonus 110%, che prevede una detrazione fiscale per tutti quegli interventi attuati allo scopo di migliorare l’efficienza energetica della propria dimora o per ridurne il rischio sismico. Per accedere a questo tipo di incentivo è però necessario eseguire almeno un intervento trainante finalizzato alla riqualificazione energetica.

Tra questi interventi possiamo trovare:

  • Lavori per migliorare l’isolamento termico della propria casa;
  • Interventi per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti per riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda a pompa di calore per migliorare l’efficienza energetica della propria casa.

Inoltre per usufruire della detrazione al 110% i lavori vanno conclusi entro il 2023; dal 2024 scenderà al 70% e nel 2025 al 65%. Per quanto riguarda i condomini e gli edifici da 2 a 4 abitazioni l’agevolazione è stata prorogata fino al 2025, mentre per le villette unifamiliari sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022.

Ci sono poi altri tre bonus di cui è possibile beneficiare per migliorare la propria casa e sono: 

  • Ecobonus: è stato pensato per aiutare economicamente i cittadini a migliorare l’efficienza della propria casa, dando loro un incentivo per ridurre l’impatto che i consumi energetici hanno sull’ambiente. In questo bonus rientra anche l’installazione di impianti domotici per controllare i propri consumi energetici, anche da remoto. In questo modo sarà più facile limitare gli sprechi e risparmiare sui consumi. Il risparmio può essere aumentato scegliendo il fornitore adatto alle proprie esigenze di consumo domestico.
  • Bonus ristrutturazione: è rivolto a tutti i contribuenti soggetti all’Irpef che sostengono le spese di ristrutturazione; questi possono beneficiare di uno sgravio IRPEF pari al 50 per cento della spesa sostenuta, entro il limite di 96.000 euro. Per qualsiasi intervento di ristrutturazione affidati a professionisti del settore come Gruppo Costruire, esperti nella Ristrutturazione appartamenti Roma.
  • Sismabonus: proprio come l’ecobonus, il Sismabonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2024. In questo caso è possibile richiederlo per interventi di miglioramento sismico di case e interi condomini. Per gli edifici in zona sismica 1,2 e 3 le detrazioni partono dal 50% fino al 75% della spesa totale ma solo se si dimostra il passaggio ad una classe di rischio inferiore; mentre si può avere una detrazione dell’85% se si dimostra un rischio inferiore di due classi.

Gli altri bonus di cui è possibile beneficiare

Ci sono inoltre altri bonus confermati dalla Legge di Bilancio per migliorare la propria casa. Andiamo a vedere una lista aggiornata.

Il bonus facciate permette di accedere a una detrazione d’imposta pari al 60% delle spese sostenute per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna di un edificio già esistente.

Il bonus verde, definito anche come bonus giardini, consiste in una detrazione Irpef del 36% per tutte le spese sostenute per migliorare le zone verdi di edifici privati esistenti, per l’acquisto di recinzioni o impianti di irrigazione, per la realizzazione di pozzi ecc.

Il bonus mobili ed elettrodomestici rappresenta una detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, per un massimo di 10.000 nel 2022 e di 5.000 euro per gli anni 2023 e 2024.

Il bonus è erogabile solo nel caso di arredo di immobili oggetto di ristrutturazione.

Il bonus per l’eliminazione di barriere architettoniche è stato introdotto è invece rivolto a tutti quegli interventi che hanno come scopo l’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici già esistenti.

Inoltre se devi effettuare una ristrutturazione completa del bagno affidati a professionisti del settore. Consultando ad esempio il portale di ShoesOff troverai solo professionisti esaminati che saranno in grado di aiutarti a trovare la soluzione migliore al tuo problema domestico.

Aggiornato il