abbassare la bolletta

Risparmiamo insieme?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita per scegliere la migliore offerta luce e gas.

Come affrontare un trasloco e vantaggi del fotovoltaico


Il trasloco è una tra le maggiori cause di stress psicologico dopo il lutto e la separazione. In effetti, può essere considerato una sorta di separazione: si lascia la propria casa, i vicini, il quartiere e a volte anche la propria città. L'ansia provocata da un trasloco può raggiungere picchi intensi, fino a scatenare veri e propri attacchi di panico causati dal distaccamento dalla “quotidianità”; dal ricordo di chi siamo stati lì e lasciare alle spalle parte della nostra storia. Il trasferimento e la vendita della casa risultano molto difficili, e se alle fragilità di separazione si aggiunge la difficoltà di vendita dell’immobile, lo stress aumenta esponenzialmente; per questo è importante affidarsi a professionisti nella vendita e acquisto degli immobili.
Inoltre, per accelerare la vendita di una dimora è importante affidarsi a professionisti della home staging: la nuova tendenza arrivata dagli Stati Uniti e importata dalla Re/Max in Italia. Questa tecnica è fondata sul miglioramento della casa per posizionare l’immobile nella fascia più alta dei prezzi di mercato. Per raggiungere l’obiettivo si utilizzano, tessuti e complementi di arredo accattivanti.

Per tutte le notizie di attualità nel mondo, in Italia e a livello regionale, consulta la-notizia.net.

Per cercare di vivere questa situazione, forzata o volontaria che sia, con più serenità, è necessario concentrarsi sugli aspetti positivi che produrrà il cambiamento. E’ importante farsi aiutare nell’organizzazione delle diverse fasi del trasferimento affidandosi ad una ditta specializzata per sviluppare un piano delle cose da fare e non ridursi all’ultimo.

Come affrontare un trasloco

Alcuni grandi suggerimenti per vivere al meglio ciò che un trasloco comporta e ridurre al minimo lo stress psico-fisico:

  1. Seleziona la ditta che ti seguirà nel trasloco. Puoi farti fare anche un preventivo gratuito.
  2. Studia come posizionare i mobili che desideri portare nella nuova casa. Questo ti sarà molto utile il giorno del trasloco, perché potrai dirigere i lavori senza esitazioni. Non rischierai di dare un’indicazione sbagliata della quale magari ti pentiresti nel momento in cui non so più presenti gli operai e sarai costretto ad operare solo per spostare nuovamente i mobili.
  3. Fai una lista di quello che non vuoi portare nella casa nuova. Così potrai vendere o regalare quello che non ti serve più ed evitare di trasportare inutili ingombri.
  4. Procurati il materiale per gli scatoloni. La ditta di traslochi di solito fornisce i cartoni, dovrai preoccuparti di comprare solo i rotoli di pluriball per imballare le cose fragili e di conservare o comprare giornali per riempire i vuoti nelle scatole.
  5. Informati per il cambio delle utenze e per procedere con tutte le altre pratiche burocratiche. Fai un elenco delle utenze e chiama i gestori per conoscere i procedimenti e le tempistiche per la cessione dell’utenza attuale e l’attivazione della nuova utenza. Contatta il comune per sapere cosa serve per la cessione e registrazione per la tassa dei rifiuti, etc…
  6. Cerca di rilassarti e pensa alla tua nuova casa, progetta il tuo spazio ideale. Come dicevamo, è importante pensare positivo, muoversi per tempo e non accumulare compiti scomodi e stressanti tutti insieme. Potrai pensare a comprare arredamento ed oggetti per personalizzare la nuova casa e decidere se fare dei lavori di ristrutturazione per renderla efficiente. Ad esempio potresti approfittare delle detrazioni fiscali per cambiare infissi e serramenti, o mettere una caldaia a condensazione o ancora un impianto domotico… Potrai studiare e considerare tutte le tecniche che possono rendere la tua casa confortevole.

Informati, chiedi consiglio a persone che si auto producono energia e leggi tutti i vantaggi relativi al fotovoltaico. Anche in quest’articolo parleremo dei 5 grandi vantaggi dell’impianto fotovoltaico.

Allaccio, prima attivazione, subentro o voltura?

Appena scoprì di dover traslocare o decidi di trasferirti, informati su quale è la pratica da seguire per le utenze, per non ritrovarti senza quando arriverai nella nuova casa. Devi capire se serve fare:

  • Allaccio cioè quando la casa è sprovvista del collegamento alla rete dell'energia o alle tubazioni del gas e quindi anche del contatore. In base alla tipologia dei lavori da effettuare, cambia il tempo necessario per l'allaccio: nei casi più semplici la tempistica è di circa un mese, però può arrivare anche a 2 mesi.
  • Prima attivazione di solito si effettua con le abitazioni appena costruite nelle quali il costruttore ha richiesto solo la posa del contatore senza mai attivarlo.
  • Subentro, quando il precedente inquilino ha chiuso il contatore. Una volta avviata la pratica di attivazione, questa avviene in massimo 7 giorni lavorativi per la Luce; 12 giorni lavorativi per il Gas.
  • Voltura ovvero un cambio di intestatario, accettando automaticamente le condizioni economiche e le offerte luce e gas del vecchio inquilino. Tempo massimo di una voltura 7 giorni lavorativi.

Tempi

Dopo esserti informato per le tue utenze:

Un mese prima

  • Fai un preventivo con almeno tre ditte di traslochi e scegli la più conveniente e adatta a te
  • Sviluppa la lista di tutte gli enti a cui dovrai comunicare il cambio di residenza (abbonamenti a riviste; banca; comune; datore di lavoro…)
  • Inizia a impacchettare le cose che possono essere impacchettate prima del tempo perché non sono di uso quotidiano.
  • Inizia i lavori di ristrutturazione nella nuova casa per renderla efficiente sia dal punto di vista del comfort che dei consumi

Una settimana prima

  • Chiama la ditta di traslochi. Chiedi conferma del giorno e dell’ora in cui arriveranno e fai una lista dei dettagli: se per esempio nella nuova casa sarà possibile utilizzare agevolmente scale e ascensori.
  • Finisci con gli scatoloni. Lascia fuori solo le cose che ti fino all’ultimo giorno (vestiti, necessità primarie per cucinare, prodotti per il bagno…).
  • Organizzati per poter dedicare alla ditta di traslochi le giuste attenzioni. Se hai bimbi piccoli o animali domestici, fai in modo di trovare qualcuno a cui affidarli il giorno del trasloco.
  • Pulisci a fondo la nuova casa
  • Controlla che siano stati eseguiti correttamente i lavori di ristrutturazione e sia tutto funzionante.

Il giorno prima del trasloco

  • Prepara ciò che ti serve. Prepara la valigia con le cose che ti mancano da trasportare, casa e metti in cima le cose più importanti.
  • Fotografa oggetti e mobili delicati e preziosi. Può capitare che durante il trasloco alcuni oggetti possano essere danneggiati. Le ditte traslocatrici sono normalmente assicurate per coprire i danni provocati da incidenti di questo tipo, ma hanno bisogno di documentazione. Le foto saranno le tue eventuali prove.

Perché installare il fotovoltaico nella tua nuova casa?

I 5 grandi vantaggi

  • Oggi puoi approfittare delle detrazioni fiscali per i lavori di installazione. Oltretutto, il fotovoltaico non deve essere considerato solo una spesa, ma un investimento: il tempo di rientro dai costi in genere varia dai 6 ai 10 anni.
  • Riduzione/azzeramento delle bollette elettriche grazie all’autoconsumo.
  • Minima manutenzione: non avendo parti meccaniche in movimento i pannelli fotovoltaici richiedono pochissima manutenzione in 25 anni, solo la sostituzione dell’inverter
  • Riduzione delle emissioni inquinanti, salute per la collettività.
  • Gran parte delle aziende produttrici dà garanzie sul prodotto e sull’installazione.
Aggiornato il