Domotica: la casa intelligente

attivazione contatore

Vuoi risparmiare in bolletta?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato gratuitamente per confrontare le offerte con l'aiuto di un nostro esperto.


Che cos’è la domotica

La domotica è costituita da un insieme di sistemi integrati ed avanzati, finalizzati a migliorare concretamente la qualità della vita e la sicurezza di persone, animali e cose attraverso un approccio olistico. Gli edifici intelligenti sono incentrati sulla massimizzazione di funzionalità, consumi, benefici, sicurezza ed ecosostenibilità. È in un’ottica estesa di servizio che la progettazione di una casa intelligente intende risolvere:

  • molti aspetti costruttivi, legati alla progettazione e all’installazione di sistemi e dispositivi
  • diversi parametri funzionali (pratici, tecnici e operativi) associati a una riduzione dei consumi e dell’impatto ambientale
  • una serie di attività di presidio che includono un controllo e una manutenzione più efficiente.

Dall’avvento della Internet of Things più avanzata, nella domotica rientrano anche tutta una serie di apparecchiature connesse e comunicanti che, grazie a una programmazione integrata ed avanzata, inaugurano tutta una serie di opportunità di servizio, ad esempio svolgendo funzioni:

  • parzialmente autonome (secondo reazioni a parametri ambientali di natura fissa e prestabilita)
  • programmate dall’utente (in base alle necessità)
  • completamente autonome, grazie all’uso di meccanismi associati all’Intelligenza artificiale, al deep learning e al machine learning (capaci di autoapprendimento e quindi in continuo perfezionamento)

La casa intelligente permette di controllare l’accensione delle luci, i motori delle tapparelle elettriche, i condizionatori e radiatori esistenti, gli elettrodomestici, sia da casa che da fuori, consentendo di impostare la programmazione secondo la calendarizzazione preferita. Il sistema di controllo dei carichi energetici è in grado anche di disattivare in automatico delle utenze quando si superano delle soglie critiche. Non solo: grazie a un sistema di sensori e di allarmi, il sistema è impostato per avvertire l’utente di principi di incendio, fughe di gas, allagamenti, infrazioni e, in generale, anomalie, mandando un SMS a tutte le persone che condividono la piattaforma di gestione. Il sistema domotico agisce quindi con il fine di sfruttare al massimo la prestazione dell'impianto in termini di comfort e di efficacia energetica. Riducendo i tempi di funzionamento, modulando la potenza assorbita, adottando delle strategie di controllo ad esempio: la programmazione oraria, guadagno, remotizzazione...

Installazione di un sistema domotico

Il problema nell’accelerazione dei progetti associati alla domotica? Secondo i dati dell’Osservatorio Internet of Things sono gli installatori, competenti e preparati: oltre 7 italiani su 10 (74%), infatti, ha dovuto ricorrere all’aiuto di un professionista: in genere un elettricista competente sotto la guida del system integrator. Le difficoltà, infatti, non sono solo a livello di collegamento di un interruttore ma di localizzazione dei touch point (risolvendo l’installazione dei touch screen e delle room control), il cablaggio delle apparecchiature e la programmazione a livello di distribuzione delle linee di segnale e di comando. E’ importante sapere che con la domotica senza fili è possibile beneficiare di un'installazione rapida, che non richiede particolari lavori. Con il sistema MyVirtuso Home è possibile tenere sotto controllo i consumi, regolare la temperatura nei diversi ambienti, gestire le luci da remoto e monitorare la sicurezza della propria abitazione via smartphone o tablet.

Lo spazio multisensoriale 

Come possiamo rendere la nostra casa più smart, anche senza installare il fotovoltaico con storage per l’autoconsumo domestico, e senza intervenire in modo “pesante” con una ristrutturazione?

Internet delle cose vuol dire che possiamo collegare in Wi-Fi sensori e attuatori, trasformando il nostro appartamento in uno spazio multisensoriale, così definito perché contiene una varietà di sensori di presenza, movimento, temperatura, umidità, luminosità e così via. I sensori rilevano i dati dagli ambienti interni, elaborandoli e poi trasmettendoli a un’unità centrale, che impartisce dei comandi agli attuatori. Così questa rete digitale può controllare e gestire un po’ di tutto, dagli elettrodomestici alle luci, passando per caldaie e caloriferi, climatizzatori, tapparelle, videocamere di sorveglianza, eccetera.

Il modo più semplice per familiarizzare con la casa intelligente è la smart plug, una presa evoluta cui collegare, ad esempio, un qualsiasi elettrodomestico per comandarlo da remoto, attraverso un’applicazione sul telefonino.

Aggiornato il