Installazione Condizionatori: quanto Costa e Come Fare?

migliore offerta gas

Limitare il consumo degli elettrodomestici non basta!

Ti aiutiamo a scegliere la migliore tariffa luce in base alle tue esigenze. Servizio Gratuito (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Vuoi risparmiare in bolletta?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato gratuitamente per confrontare le offerte con l'aiuto di un nostro esperto.

installazione condizionatori normativa

L’estate sta arrivando e non sei ancora pronto ad affrontare il caldo torrido? Se stai pensando all’acquisto di un condizionatore ci sono alcune cose che devi sapere per forza: cosa dicono le normative più aggiornate? Come si installa un condizionatore? Quanto costa e chi può farlo? Ecco tutte le informazioni imprescindibili per installare un condizionatore in totale sicurezza.

Il climatizzatore è una macchina che permette di regolare la temperatura dell’aria di casa. A determinare il costo di installazione è certamente il comune dell’abitazione, il modello. Non esiste un prezzo Nazionale, ma in linea di massima il costo può variare dai 300 € ai 700 €.
I condizionatori solo freddo” sono quelli che raffreddano l’aria in estate, mentre i modelli detti “a pompa di calore” possono produrre sia aria calda che fredda e si utilizzano anche nelle mezze stagioni per riscaldare l’ambiente e combattere i primi freddi. I condizionatori più diffusi sono i modelli fissi, caratterizzati da un’unità interna (detta split) che diffonde l’aria condizionata nella stanza e da un’unità esterna dove si trova il compressore.
Tutti i condizionatori in commercio devono ovviamente rispettare i “Requisiti di Sicurezza ed Ambientali” definiti dalle norme UNI EN (Ente Nazionale Italiano di Unificazione) e, come molti elettrodomestici, sono vincolati da norme sul risparmio energetico. L’Unione Europea stabilisce che dall’1 gennaio 2013 su tutti i condizionatori deve essere presente l’etichetta energetica, dove è indicata la classe di consumo energetico, compresa tra A+++ (la migliore) e D (la peggiore), e nel caso di condizionatori a pompa di calore, anche i valori SEER e SCOP.

Come leggere l’etichetta energetica? Le etichette energetiche degli elettrodomestici riportano molte informazioni oltre alla classe energetica di appartenenza, che va da D (i meno efficienti) fino ad A+++ (i più efficienti). Oltre a queste lettere colorate, troverai la marca ed altre informazioni generali, tra cui il consumo annuo espresso in kWh, che moltiplicato per il prezzo della luce fornisce un’interessante informazione sui costi di gestione dell’elettrodomestico. Per imparare a leggere correttamente le etichette energetiche segui le indicazioni di questo articolo.

La normativa da conoscere prima di installare un condizionatore

A partire dal 1° giugno 2014 gli impianti termici devono essere muniti del nuovo libretto e per i controlli di efficienza energetica devono essere utilizzati i nuovi modelli. Il condizionatore è un impianto termico atto a regolare la temperatura dell’aria di casa, quindi deve essere dotato di un Libretto di Impianto, molto simile a quello della caldaia.

installare condizionatore

Il Libretto di Impianto è una sorta di carta di identità del condizionatore e deve essere conforme a quanto stabilito dal DM 4 febbraio 2014 (“Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica”). Il Libretto deve essere rilasciato alla prima installazione oppure in caso di elettrodomestici più vecchi, alla prima manutenzione utile effettuata da personale abilitato. Il Libretto infatti può essere rilasciato solo da un Installatore Certificato, iscritto all’elenco degli installatori e delle imprese certificate, consultabile qui.

Il Dpr 74/2013, che definisce i criteri per esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici di climatizzazione, stabilisce la periodicità dei controlli di legge da effettuare.
Per i condizionatori con potenze nominali superiori a 12 kW i controlli periodici di efficienza energetica vanno effettuati ogni 4 anni. Per chi installa un condizionatore senza il regolare libretto di impianto sono previste sanzioni fino a 100.000 euro. È importante quindi rivolgersi a tecnici esperti e certificati e non ricorrere al fai da te! Stiamo parlando infatti di impianti che utilizzano liquidi e gas refrigeranti, il cui utilizzo è determinato a livello europeo e nazionale dal DPR 146/2018 (attuazione del Regolamento CE n.517/2014 sui gas fluorati ad effetto serra) e che possono essere molto pericolosi se maneggiati senza le giuste precauzioni e nel rispetto delle normative.

?Come installare il condizionatore? Consigli pratici e cose da sapere

Come spiegato l’installazione di un condizionatore dovrebbe sempre essere eseguita da tecnici certificati che rilasciano contestualmente il Libretto di Impianto. Ecco quindi quali sono i passaggi da seguire per installare un condizionatore a casa tua:

  • Tecnico Certificato: cerca il professionista dotato di certificazione nella tua città e contattalo per un sopralluogo;
  • Regolamento Comunale e di condominio: verifica che il regolamento comunale non impedisca l’installazione dei condizionatori sulla facciata dell’edificio (alcuni comuni non permettono di farlo nelle vie del centro storico per ragioni estetiche); la stessa cosa vale per chi vive in condominio; se non si dispone di un balcone su cui installare l’unità esterna bisogna verificare che il regolamento non vieti l’uso del muro perimetrale o della facciata.
  • Rispettare le distanze: sia in verticale che in appiombo. Ad esempio se si installa l’unità esterna su un muro con vedute dirette od oblique, deve trovarsi a non meno di 3 metri sotto la soglia delle finestre o terrazze superiori, mentre i tubi devono rispettare la distanza di almeno un metro.
  • Scarico della condensa: tutti gli impianti di climatizzazione devono essere provvisti di un apposito scarico per la condensa che viene generata dal processo di refrigerazione e che deve essere montato in pendenza. Se non è possibile lo scarico può essere convogliato in un’altra canalina, che dovrà venire collaudata per verificarne il funzionamento con nuova portata.

Ricorda che la potenza dell’impianto deve essere adeguata all’area della casa che vuoi rinfrescare: potrebbe essere necessario installare più unità interne (split) che andranno collegate ad una o più unità esterne (motore) tramite tubi di rame, cavi elettrici e tubo per lo scarico della condensa. Scopri come scegliere il miglior condizionatore per casa tua con la nostra guida.

?Quanto costa installare il condizionatore e quanto tempo ci vuole?

Bonus Condizionatori Sapevi che con la legge di Bilancio 2020 è stato confermato l’Ecobonus, che garantisce uno sconto del 50% o 65% per chi acquista un condizionatore a pompa di calore che migliori l’efficienza energetica della sua abitazione? Inoltre con il Decreto Rilancio, se l’acquisto del condizionatore viene eseguito insieme agli interventi previsti dalla legge, la detrazione può arrivare fino al 110%. Scopri come funziona il Bonus Elettrodomestici sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

installazione condizionatori prezzo

I costi di installazione variano in base al tipo di impianto che hai scelto, dalle tariffe del professionista che si occuperà dell’installazione e dal servizio che hai richiesto. Quando ci si affida ad un professionista infatti esistono due possibilità:

  • Servizio all-inclusive: in questo caso il professionista si occupa non solo dell’installazione ma anche della scelta dell’impianto di condizionamento. Il suo costo comprenderà quindi acquisto del condizionatore, materiali per la lavorazione, trasporto, installazione stessa e smaltimento del vecchio apparecchio se presente
  • Servizio di sola installazione: il professionista si occupa solo di installare l'apparecchio che viene scelto dal cliente e la sua tariffa comprende quindi solo il compenso per le ore di lavoro per installare il condizionatore e i materiali necessari.

Per quanto riguarda i tempi di installazione, questi variano in base alla complessità del condizionatore scelto e alla struttura della casa in cui viene installato. Per un impianto semplice (mono split) si stimano 3-4 ore di lavoro, che aumentano con la complessità dell’impianto ed a fronte di eventuali criticità dell’appartamento o casa.

Non esiste quindi una risposta precisa ma possiamo darti delle indicazioni di massima sulla base delle ore lavoro stimate e del compenso orario medio dei professionisti che si attesta intorno ai 100-150 € l’ora. A questi costi va aggiunto il costo del condizionatore, che può variare dai 400€ ai 1300€ circa per i mono split e nel caso dei multi split dai 700€ ai 1550€ in funzione sia del costo del motore che del numero di split.

Installazione Condizionatore Prezzo
Tipo impianto Ore lavoro Costo installazione Costo Condizionatore
Mono split (1 unità esterna e 1 interna) 3-4 250-350€ 400-1300€
Dual-trial split (1 unità esterna e 2-3 unità interne) 4-6 400-700€ 700-1550€

Installare un condizionatore mono split ha quindi un costo complessivo che varia tra 650€ e 1750€ e richiede poche ore di lavoro. Installare un impianto più complesso invece richiede circa mezza giornata di lavoro con un costo totale compreso tra 1100€ e 2250 €.

Se hai bisogno di assistenza, puoi visitare il sito prontoriparazioni.it

Aggiornato il