skip to Main Content
prezzoluce@gmail.com
Punto Enel Rimini Via Rosaspina, 7

Punto Enel Rimini via Rosaspina, 7

Vivete a Rimini e avete bisogno di recarvi al Punto Enel? In questo articolo troverete tutte le informazioni necessarie per contattare lo sportello clienti in città.

Sommario :

Negozio Enel Rimini Orari

Se vi siete trasferiti da poco a Rimini, grazie a questa guida potrete contattare e rivolgervi di persona allo sportello clienti. Il Negozio Enel si trova in via Rosaspina, 7, 47923 Rimini, Emilia Romagna, Italia. Gli orari di apertura sono:informazioni

  • lunedì 8,30-15,00;
  • martedì 8,30-15,00;
  • mercoledì 8,30-15,00;
  • giovedì 8,30-15,00;
  • venerdì 8,30-12,30.

Prima di recarvi allo sportello, assicuratevi di avere con voi una bolletta della luce poiché dovrete comunicare all’operatore dei dati relativi al vostro contratto (codice POD, codice cliente, indirizzo fornitura, dati intestatario contratto).

Per contattare Enel nel mercato libero, dovete chiamare il numero verde 800.900.860, attivo 7 giorni su 7, tranne i giorni festivi. Se clienti clienti nel mercato tutelato, il numero verde al quale rivolgersi è 800.900.800.

In caso di guasto al contatore, ricordatevi di contattare il vostro distributore locale. A Rimini il distributore di energia elettrica è e-distribuzione SpA.

Sportelli partner Enel nelle vicinanze di Rimini

Se non vivete nel centro della città, è possibile recarsi a uno dei diversi negozi partner Enel presenti sul territorio. Qui sotto potete trovare lo sportello più vicino a voi.

Punto Enel Partner Orari
  • VIA DARIO CAMPANA, 8, RIMINI, 47922
aperto dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30; il sabato dalle 9,00 alle 12,30
  • VIALE AMERIGO VESPUCCI, 8/G, RIMINI, 47921
aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 19,00; il sabato dalle 9 alle 13
  • VIA UGO BRASCHI, 37, SANTARCANGELO DI ROMAGNA, 47822, RIMINI
aperto dal lunedì al sabato dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30 (escluso giovedì e sabato)

Curiosità: Rimini, cosa vedere in città

Nella Regione dell’Emilia Romagna è possibile visitare la bella Rimini, conosciuta soprattutto per il mare e il buon cibo. Il comune ad oggi conta 149836 abitanti ed è la seconda città più popolosa della Romagna.

L’antica città di Rimini, Ariminum con lo statuto di colonia latina, venne fondata dai romani a seguito della vittoria sui galli (battaglia di Sentino), ancora oggi la via Flaminia la collega alla Capitale. Tra le opere principali, tracce di un passato fiorente, si possono ammirare in città l’Arco di Augusto, l’Anfiteatro e la Rocca Malatestiana. Per scoprire l’antica Ariminum, vi consigliamo l’itinerario romano della città:

  • ponte-tiberioPonte di Tiberio;
  • Piazza Tre Martiri;
  • Arco di Augusto e Anfiteatro;
  • Museo Archeologico, Lapidario, Domus del Chirurgo;
  • Porta Montanara.

Il complesso archeologico Domus del Chirurgo, scoperto nel 1989, rappresenta una residenza ad uso professionale e privato ricca di prestigiosi mosaici e affreschi. La indicano come una piccola Pompei riemersa dal buio, all’interno ci sono testimonianze dall’età romana al Medioevo.

Rimini è stata feudo Malatesta, una nobile famiglia italiana che dominò sulla Signoria di Rimini. Sigismondo Pandolfo Malatesta fu signore di Rimini nella Rocca Malatestiana dal 1432 al 1468. Oggi il castello ospita importanti eventi culturali. Il Tempio Malatestiano viene indicato dai cittadini come il Duomo, ora Cattedrale di Santa Colomba, ed è il principale luogo di culto a Rimini. Da ammirare nell’abside della chiesa il crocifisso di Giotto, unica opera dell’artista in città. Nella medievale piazza Cavour si trova la Fontana della Pigna presente anche nel ritratto della città nel Tempio. Nel 1502 Leonardo da Vinci rimase colpito dall’armonia delle fontanelle.

Palazzo Lettimi, costruito agli inizi del Cinquecento, è uno dei più importanti palazzi rinascimentali di Rimini. A seguito dei bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, il palazzo conserva ancora elementi originali, come il caratteristico muro a scarpa e il portale.

Molto carino anche l’itinerario Felliniano che porta i turisti alla scoperta della Rimini di Fellini. Parliamo di uno dei maggiori registi della storia del cinema italiano che nacque proprio in questa città nel 1920.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top