Contatore Enel Trifase

voltura subentro

Contatore Luce/Gas: Attivalo in 5 minuti

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo una mano! (lun-ven dalle 8:30 alle 19 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Contatore Luce/Gas: Attivalo in 5 minuti

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


Il contatore dell’energia elettrica può essere trifase o monofase. Qual è la differenza? Quale conviene scegliere? In questo articolo troverete informazioni utili sulla lettura di questo misuratore e la potenza contrattualmente impegnata che dovrete scegliere al momento della sottoscrizione del contratto di fornitura.


Contatore trifase

Il contatore elettronico può essere di due tipi:

  • monofase;
  • trifase.

La differenza tra queste due tipologie riguarda la funzionalità. Il contatore trifase, a differenza del monofase, fornisce anche l’informazione dell’energia reattiva (di scambio), ossia l’energia che non viene consumata ma assorbita dagli apparecchi elettronici - computer, tv, ecc.. - per funzionare, senza che venga impiegata effettivamente per produrre lavoro utile. Questa energia non può essere utilizzata ma viene comunque trasportata sulle linee, aumentando le perdite di rete. Questo provoca una spesa per il trasporto maggiore. L’energia reattiva può essere importante per forniture con una potenza superiore ai 6 kW.

Dovete installare un nuovo contatore?Per attivare una nuova fornitura luce potete chiamare il numero 02 829 415 16, servizio disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20.00 ed il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Quale conviene scegliere?

Generalmente, per i consumi domestici viene impiegata una fornitura di energia elettrica monofase poiché la potenza del contatore è bassa (3 kW). Solo nei casi in cui ci sia un consumo energetico elevato si impiega la trifase, derivata dalla corrente trifase che arriva dalla cabina di trasformazione.

palo trifase
Palo trifase

Difatti, la produzione di energia elettrica, la trasmissione e la distribuzione avvengono in prevalenza per mezzo di linee trifase. Il sistema trifase, oltre ad essere utilizzato quando si ha un carico maggiore di elettricità, viene impiegato anche quando si utilizzano dispositivi che richiedono la corrente trifase. Questo sistema si basa su tre cavi di fase e la presenza di un cavo di neutro. Il sistema monofase si ricava dal trifase, utilizzando un cavo di fase e il neutro.

L’installazione di un contatore trifase ha lo stesso costo di quella monofase e sarà deciso al momento dell’attivazione dell’utenza della luce.

La differenza più importante tra utenza monofase e trifase riguarda la tensione. Tra la fase e il neutro nella monofase la tensione è pari a 230 V. Invece, nel trifase tra le fasi è di 400 V, tra fase e neutro 230 V.

Vantaggi e svantaggi del sistema trifase

Abbiamo già detto che il contatore della luce cambia a seconda del sistema (trifase o monofase). Svantaggi e vantaggi del sistema trifase:

  • Generatore più efficiente;
  • Si possono utilizzare motori trifase;
  • Ottimizzazione trasporto;
  • Sconsigliato per le piccole utenze domestiche.

Invece, il monofase ha i seguenti vantaggi:

  • utilizzato per l’illuminazione e il riscaldamento;
  • trasmissione per cavi sottomarini e grandi distanze;
  • adatto per le utenze domestiche.

Contatore Enel trifase

E-distribuzione è la società del Gruppo Enel che si occupa di gestire la distribuzione di energia elettrica in Italia. In caso di guasto al contatore si deve contattare sempre il distributore, quale proprietario dei contatori.

Come comunica ARERA, per la diffusione dei nuovi contatori elettronici open meter, chiamati 2.0, è stato previsto un unico modello di contatore trifase diretto per tutte le forniture fino a 30 kW di potenza contrattuale, invece dei due modelli di contatori trifase diretti impiegati per le forniture fino a 15 kW e fino a 30 kW.

 

Per avere delle informazioni specifiche riguardo al cambio del contatore dovrete contattare il vostro distributore locale.

Potenza contatori Enel trifase

Il nuovo contatore elettronico, installato da e-distribuzione, consente la disponibilità di una potenza fino al 10% superiore rispetto alla potenza impegnata. Cosa significa? Se il nostro contatore ha una potenza di 15 kW è possibile prelevare elettricità fino a 16,5 kW. Superati i 16,5 kW,è possibile prelevare fino a 20,9 kW per altre tre ore. Una volta superata la potenza disponibile il dispositivo scatta.

Come leggere il contatore

Con il nuovo contatore elettronico è possibile visualizzare sul display, premendo il pulsante di lettura, moltissime informazioni, tra queste i kWh di energia elettrica consumati. Premendo più volte il pulsante potrete visualizzare i consumi, in assenza di pressione del pulsante per 15 secondi, tornete all’inizio del menù.

  • Sul display del contatore potrete vedere:
  • quanta energia elettrica è stata consumata;
  • i consumi giornalieri;
  • il consumo per fasce orarie;
  • la potenza assorbita in ogni momento.

E- distribuzione Contatti

Se avete bisogno di rivolgervi a Enel per un guasto del contatore, dovrete chiamare il numero verde. Se invece dovete installare un nuovo contatore potete contattare il fornitore di energia elettrica da voi scelto e si occuperà lui di inviare la richiesta di installazione al distributore locale.

Dovete installare un nuovo contatore?Per istallare un nuovo contatore potete chiamare il numero 02 829 415 16, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20.00 ed il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

I costi di installazione di un contatore elettrico per l’impianto trifase sono gli stessi di quello monofase. I costi fissi vengono determinati dall'ARERA.

Nel caso in cui il contatore non sia presente, dovrete richiedere l’allacciamento dell'energia elettrica. Il costo per l’allacciamento alla rete elettrica comprende tre quote:

  • quota distanza;
  • quota che dipende dalla potenza disponibile richiesta dal cliente;
  • contributo quota fissa (27 euro).

La prima quota dipende dalla distanza tra la cabina di trasformazione e la casa. Più aumenta e più il costo sarà maggiore. Fino a 200 m di distanza il costo è di 184,48 €.

Aggiornato il