Autolettura Contatore Gas, come si effettua?

voltura subentro

Gestione Utenze: serve aiuto?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo una mano! (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Ti diamo una mano per Gestire le tue Utenze!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Servizio gratuito!

autolettura contatore gas

Scopriamo come leggere il contatore del gas elettronico e come inviare l’autolettura ai diversi fornitori: A2A, Eni , Enel, Edison, Hera ed Iren. Se non inviamo l’autolettura i consumi in bolletta saranno stimati e nei mesi successivi ci arriverà la fattura di conguaglio.

Lettura contatore gas, istruzioni

contatore
Esempio di contatore g4 installato da Italgas

Con i nuovi contatori elettronici, leggere i propri consumi di gas metano è facile. Basta premere più volte il tasto enter vicino al display fino a quando non compaiono i consumi in . Non tutti i contatori sono uguali, per questo motivo vi consigliamo di chiedere al tecnico specializzato o di leggere il libretto di istruzioni. Sulla bolletta del gas troverete i metri cubi (mc) di gas naturale consumato nel periodo di riferimento della fattura e il coefficiente di conversione (C), calcolato per ogni località geografica. Il contatore del metano misura il gas consumato alla temperatura locale, quindi per ottenere il valore in Smc dobbiamo moltiplicare i metri cubi per il coefficiente C. Una volta ottenuti gli Smc (standard metri cubi), li moltiplichiamo per il prezzo della materia prima gase otteniamo la spesa totale. 

La maggior parte dei contatori consente la lettura da remoto. Se il vostro contatore non rientra tra questi, dovrete inviare la lettura dei consumi al vostro fornitore. Ricordatevi che dovrete comunicare solo i numeri dopo la virgola (a sinistra), senza i decimali.

L'autolettura si deve inviare in un periodo di tempo specifico che viene indicato dal fornitore. Solitamente 10 giorni prima dell'invio delle bollette.

Come inviare l'autolettura a Eni, Enel ed Edison

Come capire se il nostro contatore consente la lettura da remoto? Prima di inviare la lettura dei consumi di gas naturale al fornitore dobbiamo capire la tipologia del nostro misuratore. Infatti, molti misuratori consentono la telelettura, quindi in questo caso non si devono inviare i consumi al fornitore.

Nella seconda pagina della bolletta, sezione "fornitura", potrete trovare la tipologia del contatore: "tradizionale" o "Elettronico gestito per fasce o Elettronico monorario". I clienti con contatore elettronico non devono comunicare l'autolettura poiché la lettura da remoto dei consumi viene effettuata ogni mese dal distributore locale e inviata direttamente alla società di vendita del cliente.

Vediamo ora come si invia l'autolettura per i clienti con contatore tradizionale. Nei contatori di vecchia generazione vedrete i consumi in una stringa numerica su sfondo nero, simile a un contachilometri.

Come inviare l'autolettura del gas
Fornitore Canali di contatto
A2A
Eni Gas e Luce
  • nell’area MyEni
  • Via App Eni gas e luce
  • Numero verde
Edison
  • nell’area MY EDISON
  • Via Sms al numero +39 339 9942842
  • Numero verde
Hera
  • Tramite l'App My Hera
  • Via Sms al numero +39 342 411 26 27
  • Numero verde
Iren

AttenzioneSe il vostro contatore elettronico è teleletto, non è necessario inviare l’autolettura (secondo la Delibera 738/16 ARERA).I vostri consumi vengono verificati da remoto dal distributore e inviati al vostro fornitore.

Cosa succede se non comunichiamo la lettura? In caso di mancata comunicazione, in bolletta troverete i consumi stimati, calcolati in base alle vostre abitudini di consumo. Poi, una volta verificati i consumi reali del periodo di riferimento, vi arriverà una bolletta di conguaglio con la differenza a debito o a credito.

Matricola contatore gas e PDR

Nei contatori elettronici, il menù vi consente di monitorare anche altri dati, come lo stato della valvola che intercetta il gas, il codice PDR, la portata massima, la data di chiusura della vecchia fornitura ed eventuali problemi al contatore (MSG PER UTENTE). I due dati che vengono sempre richiesti per effettuare le principali operazioni relative all'utenza del gas (voltura, subentro, prima attivazione) sono la matricola contatore gas e il PDR.

matricola

Il numero di matricola si trova sempre sul contatore stesso, sopra il display sotto il codice a barre o lateralmente. Come riconoscerlo? In alcuni modelli è un numero che può essere preceduto da alcune lettere. Il codice PDR, invece, non è indicato sul contatore del gas tradizionale. In questo caso, potete trovarlo direttamente sulla bolletta. In alcuni modelli elettronici, si può vedere nel display oppure è presente un'etichetta con indicato il PDR.

Contatore gas elettronico Italgas

L'installazione del contatore elettronico rende possibile la telelettura sistematica affinché in bolletta ci siano i consumi effettivi, evitando fatture di conguaglio elevate. Il cliente tenendo d'occhio i propri consumi potrà risparmiare a fine mese. Inoltre, si possono verificare i propri consumi anche online sul portale di Italgas, previa registrazione.

  • I nuovi contatori elettronici consentono:
  • la lettura da remoto;
  • il controllo dei consumi;
  • verificare eventuali guasti.

Il distributore varia a seconda dell'area geografica. Potete scoprire chi è il vostro distributore locale attraverso il portale ARERA, nella sezione "ricerca operatori per territorio".

Italgas reti sostituzione del contatore

Il distributore, come Italgas, è il responsabile del contatore ed è proprietario degli apparecchi gas. Anche in caso di cambio gestore, il distributore locale rimane lo stesso. Italgas si occupa di rilevare i consumi e di risolvere enventuali guasti al contatore. Come previsto dall’ARERA (Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente), attualmente sta sostituendo i vecchi contatori con contatori elettronici smart.

Italgas già ha sostituito il 50% dei misuratori e entro dicembre 2020 prevede di sostituire l' 85% dei contatori installati (delibera ARERA 669/2018/R/Gas).

Attenzione La sostituzione del contatore è obbligatoria secondo quanto stabilito dall'ARERA. Non è possibile rifiutarsi.

Aggiornato il