confronto tariffe

Risparmia in bolletta!

Parla con un Esperto Luce e Gas. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto tariffe

Risparmia fino a 150€ all'anno in bolletta!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.

Acea Energia numero verde e altri contatti utili

Aggiornato il
min reading
acea numero verde

Scopriamo Acea, la società multiservizi che lavora nei settori dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente. Numero verde e informazioni utili per inviare un reclamo.

Acea Roma Contatti

La società ACEA nasce a Roma come AEM, ma solo nel 1945 - dopo la seconda guerra mondiale - assume il nome attuale. Nella Capitale la sede legale si trova in Piazzale Ostiense - centralino: 06-57991.

Per contattare il servizio clienti di Acea Energia è possibile chiamare il numero verde, gratuito da rete fissa e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22, il sabato dalle 8 alle 13. Il costo della chiamata da cellulare dipenderà dal tuo gestore telefonico.

ACEA ROMA CONTATTI - Mercato libero
 

Numero Verde da fisso

Chiamate da cellulare

Luce

800.383.838

06.456.98.205

Gas

800.383.838

06.456.98.205

Acqua

800.130.335 (per segnalare guasti - da rete fissa e da cellulare)

800.130.331(per servizi commerciali - da rete fissa e da cellulare)

Ricorda però che se sei un cliente Acea in Maggior Tutela, cioè se il tuo fornitore è Servizio Elettrico Roma, i numeri del servizio clienti sono differenti, in tabella trovi il numero verde da rete fissa e da mobile:

Servizio Acea Maggior Tutela

 

Numero verde

800.199.900

Numero da mobile

06.45.69.82.50

Se il tuo distributore è Areti (ex Acea distribuzione), per segnalare guasti è possibile chiamare il numero verde 800.130.336 e da cellulare il numero 06.45.400.396. L’indirizzo e-mail è: [email protected].

Sportelli ACEA Roma

Per rivolgersi di persona, sono disponibili gli sportelli Acea Energia:

  • Sportello Acea Energia - per i clienti tutelati e liberi - Piazzale Ostiense, 2 Roma (M° Piramide)
  • Sportello Acea Energia 2 - per i clienti del servizio di maggior tutela - Via Rutilio Namaziano, 24 Ostia

Come inviare un reclamo ad Acea Energia

È possibile inviare un reclamo ad Acea Energia:

  1. Online, tramite la chat assistenza MyAcea Energia sul sito di Acea;
  2. Con segnalazione scritta, inviando il modulo a Acea Energia SpA – Mercato Libero – Casella postale 5114 Roma. Ricorda di indicare i seguenti dati: nome e cognome, indirizzo di fornitura, indirizzo postale se diverso da quello di fornitura o e-mail, la fornitura a cui si riferisce la segnalazione (luce e/o gas), il codice POD e/o PDR, una breve descrizione del fatto e, se la segnalazione riguarda gli importi o i consumi fatturati, dovrai indicare l'autolettura e la data in cui è stata rilevata.

Nella sezione MYACEA Energia è disponibile anche la voce “Dimostrare pagamenti” per dimostrare il pagamento di una bolletta arretrata.

Ricordati sempre di inviare la lettura del contatore della luce per non ricevere una maxi bolletta di conguaglio (vedi qui come fare l'autolettura).

Curiosità: la centrale Montemartini

Dopo la Seconda Guerra Mondiale la Centrale Montemartini era l’unica su cui Roma poteva contare, attraverso la gestione di ACEA. Questa centrale venne inaugurata nel 1912, pochi anni dopo la creazione dell’Azienda Elettrica Municipale. Ora, la prima centrale elettrica di Roma è stata trasformata in un polo espositivo dei Musei Capitolini. Nel 1977 alcuni reperti archeologici dei Musei sono stati trasferiti nella Centrale Montemartini. L’Acea ha adeguato gli spazi della centrale alla nuova destinazione d’uso, restaurando le macchine. I Musei Capitolini, invece, hanno curato la mostra archeologica. Nel novembre 2016 il museo è stato arricchito di nuovi spazi e reperti, come l’esposizione delle carrozze del treno di Pio IX.

Così la Centrale è stata convertita in un Museo di prestigio nella Capitale. Proprio ieri, domenica 15 aprile, nella Centrale Montemartini due rapinatori hanno rubato la cassaforte del Museo in via Ostiense, contenente circa 10 mila euro.