Quanto consuma un televisore?

marche condizionatori condizionatore casa

Ricevi un Preventivo Gratuito per il Climatizzatore

Compila il form per ricevere un preventivo personalizzato. Servizio Gratuito.

quanto consuma la tv

Un televisore, a seconda della tipologia, può assorbire molta energia. Scopriamo quale modello scegliere e come risparmiare sulla bolletta dell’elettricità. 4 consigli utili per ridurre i consumi!


Consumo energetico televisore

Un televisore può consumare molta energia, se tenuto acceso molte ore al giorno. Negli ultimi anni l’Italia, come Paese dell’Unione Europea, ha degli obiettivi da seguire in merito a piani di efficienza energetica per la sostenibilità ambientale. Ad oggi, si stanno sviluppando sistemi sempre più efficienti dal punto di vista energetico. Prima di acquistare un televisore, perciò, è importante controllare l’etichetta energetica. Classi A o superiori sono più efficienti e aiutano a risparmiare sulla bolletta della luce. Nell’etichetta trovate anche i consumi annuali della TV in modalità standard, ovviamente questo è un dato fornito dal produttore per darci un’idea sul consumo, a seconda dell’uso, può differire dalla realtà.

risparmio energia Contenere il consumo elettrico non ti farà risparmiare ...se il tuo piano tariffario è troppo alto!

Il prezzo luce che stai pagando in bolletta conviene? Confrontalo con le offerte più economiche del momento.


Scopri le Migliori Offerte del Mese

Consumo TV a LED

Per calcolare il consumo energetico bisogna tenere in considerazione le ore di utilizzo al giorno della TV e il costo del kWh. Una TV a LED classe A da 32 pollici consuma 0,065 kWh l’ora.

Ipotizziamo il caso del signor Bianchi che guarda 4 h al giorno la televisione. I kWh orari consumati al mese saranno 8, e all’anno 94 kWh. Poi, se il signor Bianchi è un po’ distratto e lascia sempre la televisione in stand-by, la lucina rossa accesa, i consumi mensili derivanti da questo elettrodomestico cresceranno: + 2,16 kWh al mese. Quindi la spesa totale annua per un solo televisore sarà di 19 euro (costo tutelato del kWh, tasse incluse, per un cliente domestico: 19,89 centesimi di euro). Considerando che in una casa ci sono più TV, per avere una stima del vostro consumo dovrete moltiplicare tale cifra per il numero di apparecchi presenti nel vostro appartamento (se usati all’incirca le stesse ore al giorno).

Una classe energetica superiore consente di risparmiare. Un televisore classe A+ assorbe meno energia l’anno. Prendiamo come riferimento sempre un modello LED 32 pollici, il consumo stimato sull’etichetta energetica è di 45 kWh/anno. La spesa annuale è di 9 euro. Quindi più la classe energetica è alta, più si risparmia.

Consumo Energetico TV LED
Modello Consumo Annuo (kWh) Costo (€/anno)
TV LED 32’’ Classe A 94 19
TV LED 32’’ Classe A+ 45 9

Se, invece, non dovete comprare una nuova Tv ma volete solo calcolare il consumo energetico del vostro televisore, potete utilizzare un Wattmetro. Tale strumento è un misuratore di energia che si collega alla spina elettrica del televisore per calcolare la quantità di energia assorbita.

Differenza tra tv al Plasma, LCD e LED

Il televisore al Plasma nasce prima di quello a LED. Anni fa, questi televisori venivano considerati gli unici apparecchi a schermo piatto. Ora si tratta di una tecnologia superata e nessun produttore investe più su questi modelli. I problemi che riscontra la TV al Plasma sono:

  • un maggiore consumo energetico;
  • peso maggiore;
  • ghosting, immagini di una scena precedente che rimangono sullo sfondo.

Con lo sviluppo degli LCD, più economici e leggeri, il tv al Plasma è stato superato. Gli LCD sono display a cristalli liquidi, retroilluminanti con lampade a fluorescenza. I televisori a LED appartengono alle stessa famiglia degli LCD, sono anch’essi display con cristalli liquidi, ma hanno una retroilluminazione a LED che garantisce minori consumi e una maggiore efficienza energetica. I LED si distinguono in due tipologie:

  • Edge;
  • Full LED.

I Full Led sono più costosi ma garantiscono una qualità migliore dell’immagine. Oggi, due nuove tecnologie rappresentano l’evoluzione degli LCD a LED:

  • OLED;
  • QLED.

L’OLED è un sistema con pixel autoilluminanti, per questo per funzionare consumano poca energia. La QLED, invece, si basa su un sistema di microcristalli che consente di produrre immagini di qualità. Queste due tecnologie sono più care rispetto alla TV a LED, ma da alcuni esperti del settore vengono considerati il futuro nel mondo delle TV.

Per quanto riguarda la risoluzione, la tipologia Full HD è una delle migliori poiché assicura una buona risoluzione (1920×1080 pixel). La migliore è la 4K (ultra HD) ma i televisori con questa caratteristica sono abbastanza cari.

Consigli utili per risparmiare energia in casa

consumo televisiore

Secondo l’analisi di Selectra Italia, lo stand by degli elettrodomestici non è un costo da sottovalutare, visto che all’anno costa circa 72 euro. Questo rappresenta il consumo energetico di apparecchi che, pur non utilizzandoli, non vengono mai spenti dentro casa.

Staccare la spina, può aiutare a ridurre il costo della bolletta della luce. Evitare i consumi in stand-by, infatti, porterebbe a un risparmio annuo di 325 kWh e a ridurre le emissioni di gas a effetto serra di 400 kgCO2.

Altro consiglio da seguire è quello di utilizzare la funzione Eco, presente anche nelle tv. Tale funzione consente un maggior comfort visivo e risparmio energetico. Prima di andare a dormire, poi, potete impostare lo spegnimento automatico per non lasciare la TV accesa durante la notte. Inoltre, come abbiamo visto precedentemente, la classe energetica A o superiore consente di ridurre il consumo di kWh.

I 4 consigli utili di Prezzo Luce per risparmiare energia sono:

  1. Stop ai consumi in stand-by;
  2. Sì alla funzione ECO;
  3. Attivare lo spegnimento automatico prima di addormentarsi;
  4. Optare per modelli con classe energetica A o superiore.
Aggiornato il