Pulizia Caldaia, è obbligatoria? Costo e Info

voltura subentro

Contatore Luce/Gas: Attivalo in 5 minuti

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo una mano! (lun-ven dalle 8:30 alle 19 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Contatore Luce/Gas: Attivalo in 5 minuti

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


caldaia pulizia

Scopriamo quando si deve effettuare la manutenzione ordinaria e straordinaria della caldaia. Perché è obbligatoria? E quanto costa l'intervento di un tecnico specializzato? Cerchiamo di spiegare bene l'iter e le norme vigenti riguardo le caldaie a gas, a condensazione e a pellet.


Pulizia caldaia, obbligatoria?

La revisione della caldaia come stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica numero 74 del 2013 non è obbligatoria ogni anno. Bisogna verificare il libretto di istruzioni fornito al momento dell'installazione. Il servizio di revisione ordinaria della caldaia include:

  • Manutenzione della caldaia;
  • Pulizia caldaia;
  • Controllo fumi.

La manutenzione della caldaia tradizionale viene svolta per assicurare la sicurezza dell'impianto. Ricordiamo che il combustibile utilizzato per far funzionare la caldaia tradizionale è il gas. Vediamo insieme quali sono i passaggi che realizza il tecnico esperto per la revisione della caldaia:

  1. smontaggio copertura e camera di combustione;
  2. apertura e smontaggio del bruciatore;
  3. pulizia bruciatore e ugelli;
  4. applicazione del prodotto per la pulizia;
  5. asportazione dei residui;
  6. montaggio del bruciatore;
  7. controllo delle valvole e di eventuali perdite;
  8. accensione valvola e controllo ventilatore;
  9. chiusura del bruciatore;
  10. check sicurezza elettronica;
  11. controllo fumi;
  12. controllo temperature e documenti;
  13. compilazione libretto impianto.

Se l'impianto è a norma, viene apposto il bollino blu. La normativa è a livello nazionale, quindi le differenze per la manutenzione caldaie dipendono dalla tipologia installata. Scaldabagni a gas con potenza non superiore a 5 kW non rientrano nella normativa.

Libretto Impianto Caldaia

libretto
Libretto impianto termico

Il libretto impianto viene rilasciato al momento dell'installazione della caldaia e aggiornato quando viene eseguita la manutenzione. Il nuovo libretto caldaia è in vigore da gennaio 2016 ed è uguale per tutti gli impianti. Ogni libretto deve contenere la data dell'ultima revisione dell'impianto, i dati tecnici della caldaia e la descrizione della configurazione impiantistica esistente. La responsabilità di conservare il libretto spetta all'affittuario. Inizialmente la ditta installatrice compilerà il libretto al momento dell'installazione della caldaia. Dopodiché a ogni manutenzione il tecnico abilitato dovrà controllare tutti i documenti e aggiornare il libretto con le eventuali modifiche apportate all'impianto.

Perdita libretto caldaia In caso di smarrimento del libretto della caldaia dovrete contattare una società che si occupa delle operazioni di manutenzione ordinaria e questa, dopo un controllo dell'impianto, vi rilascerà il nuovo libretto. I nostro consiglio è quello di richiedere una copia dell'originale alla società venditrice della vostra caldaia.

Il nuovo libretto è composto da 14 schede: 1. Scheda identificativa dell’impianto; 2. Trattamento acqua; 3. Generatori; 4. Sistemi di regolazione e contabilizzazione; 5. Sistemi di distribuzione; 6. Sistema di distribuzione; 7. Sistema di emissione; 8. Sistema di accumulo; 9. Altri componenti dell'impianto; 10. Impianto di ventilazione meccanica controllata; 11. Risultati delle verifiche effettuate; 12. Interventi di controllo efficienza energetica; 13. Risultati delle ispezioni periodiche; 14. Registrazione dei consumi nei vari esercizi. Alcune di queste schede vanno compilate solo in casi particolari. 

Manutenzione, ogni quanto si deve fare?

A seconda della tipologia di impianto termico c'è una periodicità obbligatoria da rispettare per i controlli della caldaia. Per le caldaie a gas o gpl:

  • Ogni 4 anni per potenze fino a 100 kW
  • Ogni 2 anni per potenze della caldaia superiori ai 100 kW

Le caldaie a combustibile solido (ad esempio a pellet) necessitano una revisione ogni 2 anni, se la potenza della caldaia è fino ai 100 kW, e annuale se la potenza supera i 100 kW.

Controllo fumi, periodicità

La prova fumi consiste nel controllo di efficienza energetica dell'impianto di riscaldamento. Deve essere svolta da un tecnico abilitato rispettando le cadenze temporali a seconda della potenza dell'impianto.

  • 2 volte l'anno con potenza nominale superiore o uguale a 350 kW;
  • 1 volta l'anno per impianti con potenza nominale uguale o superiore a 35 kW;
  • ogni 2 anni per impianti (camera aperta e con più di 4 anni) con potenza inferiore a 35 kW;
  • ogni 4 anni per gli altri impianti non citati precedentemente.

Quanto costa la manutenzione della caldaia?

Il costo della manutenzione ordinaria si aggira intorno ai 80-100 euro, a tale spesa si deve aggiungere la verifica delle emissioni (circa 100 euro). L'affittuario è colui che deve pagare la manutenzione ordinaria. Al contrario, il proprietario di casa dovrà pagare interventi straordinari, ad esempio la sostituzione della caldaia. Per riparazioni in caso di problemi improvvisi che non dipendono dalla revisione, in caso di perdite d'acqua, il costo varia a seconda della tipologia della caldaia.

Attenzione Per chi non effettua la revisione della caldaia sono previste sanzioni che possono arrivare fino a 3.000 euro.

Pulizia caldaia Immergas

Immergas è una società del Nord Italia fondata nel 1964. La sua attività si concentra sulla progettazione e realizzazione di caldaie a gas e a condensazione a uso domestico. Ad oggi, Immergas conta più di 7 milioni di caldaie installate per le famiglie. Gli installatori e manutentori vengono formati da Immergas e aggiornati sulle novità tecnico normative. La società offre una assistenza 7 giorni su 7 in inverno.

  • Immergas si occupa di:
  • sistemi ibridi compatti
  • solare termico
  • solare fotovoltaico
  • caldaie a pellet
  • caldaie tradizionali
  • caldaie a condensazione
  • scaldabagni

I clienti possono scegliere il programma manutenzione "Formula Comfort Extra" (per caldaie con potenza inferiore a 35 kW) che prevede una garanzia estesa fino a 10 anni, assistenza 7 giorni su 7, manodopera gratuita e ricambi originali.

Pulizia caldaia a Bologna, Ferrara e Modena

Abbiamo visto che la normativa sulle caldaie è a livello nazionale ma le attività di controllo degli impianti termici sono affidate alla Regione Emilia-Romagna. Ogni impianto di riscaldamento con potenza maggiore a 5 kW va registrato nel CRITER (sistema informativo regionale) dove vengono raccolti i dati relativi agli impianti termici presenti nella regione. Ogni impianto ha una "targa" che viene assegnata come codice identificativo, in questo modo la Regione può monitorare la situazione e intervenire per migliorare l'efficienza energetica degli impianti registrati. 

Info Manutenzione Caldaia Emilia-RomagnaVivi nella Regione Emilia-Romagna? Informati sulla manutenzione impianti di riscaldamento, leggi il Regolamento impianti termici, n. 116 del 27/07/2018.

Aggiornato il