Glossario: Terna - Il gestore dei servizi energetici

Il 16 Marzo 1999 l’introduzione del decreto legislativo nº79, “decreto Bersani”, ha rappresentato la nascita del mercato elettrico in Italia. L’introduzione di tale decreto ha determinato la nascita di una nuova figura: Il gestore dei servizi energetici.

Il gestore dei servizi energetici dal 1999 al 2005: Gestore della rete di trasmissione nazionale (GRTN)

Negli anni precedenti all’attuazione del decreto (dal 1962) l’unico ente autorizzato alla produzione, al trasporto e alla vendita di energia elettrica era, per legge, l’Enel (Ente nazionale per l’energia elettrica). Il decreto Bersani ha apportato differenti novità che interessano i diversi ambiti della filiera elettrica: produzione, trasmissione e distribuzione, vendita. Nell’ambito dei processi di trasmissione e distribuzione si inserisce la figura del gestore dei servizi energetici. L’attuazione del decreto ha portato alla nascita del Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (GRTN), che fu operativo dal 1º di aprile del 2000. Le principali attivitá riguardano la trasmissione e il dispacciamento dell’energia elettrica. La trasmissione indica l’attività di trasporto e trasformazione dell’energia sulla rete nazionale attraverso una rete ad altissima ed alta tensione. Il dispacciamento, invece, rappresenta l’attività di gestione e regolazione dei vari impianti di produzione, della rete di distribuzione nazionale e dei servizi ausiliari. La azioni della società sono supervisionate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che ne definisce, insieme al Ministero delle Attività Produttive, anche gli indirizzi strategici ed operativi.

Il gestore dei servizi energetici dal 2005 ad oggi: Terna Spa

Con il DPCM dell’11 maggio 2004 da novembre 2005 la gestione dei servizi energetici passa a Terna - Rete Elettrica Nazionale S.p.A. Il Gestore della rete di trasmissione nazionale (GRTN) cambia nome in Gestore dei Servizi Energetici (GSE). La GSE non ha più il compito di trasmissione e dispacciamento, ma viene individuata dallo Stato italiano come società che consente di perseguire e ottenere obiettivi di sostenibilità ambientali negli ambiti delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. L’attività di distribuzione e dispacciamento passa a Terna Spa. Terna rappresenta uno dei principali operatori europei per la trasmissione dell’energia per chilometri di linee gestite. L’azienda svolge un duplice ruolo: Proprietario principale della rete di trasmissione nazionale italiana dell’elettricità in alta e altissima tensione. Dispacciamento dell’energia elettrica. Terna s.p.a. opera in un regime di monopolio naturale. Ed è quotata in borsa dal 2004. L’intera attività copre 72.800KM con linee in alta tensione. Inoltre svolge la propria attività in un regime di efficienza e qualità delle performance che ha consentito una una riduzione del PUN (costo dell’elettricità) nel 2016 del 18% e di emissioni dirette di CO2 del 7.2%. Nel solo 2016 ha raggiunto 2.1 miliardi di euro di ricavi e 3.958 (30 settembre 2017) dipendenti (dati Terna). È un’azienda in forte crescita che prevede 4 miliardi di euro d’investimento nel quinquennio che va dal 2017 al 2021.
  • Linee in alta tensione 72.800 KM
  • Emissioni dirette di CO2 nel 2016 -7,2 %
  • Costo dell’elettricità (PUN) nel 2016 -18%

  • Investimenti nelle attività regolate previsti nel quinquennio 2017-2021 per 4 MILIARDI DI EURO
  • Ricavi 2016: 2,1 MILIARDI DI EURO

Il cuore dell’attività di Terna s.p.a. è rappresentato dal dispacciamento dell’energia elettrica. L’azienda si assicura che attraverso la sua distribuzione l’energia sia uguale alla domanda. Per le sue attività come gestore dei servizi energetici Terna riceve una remunerazione che risulta essere stabilita da un sistema tariffario fissato dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Terna ha ricevuto l’Utility Award 2013 dell'Edison Electric Institute (Eei) di Washington come la migliore società tra le utility europee per rendimento totale del titolo. Nel corso del triennio precedente, infatti, in rendimento dell’azienda che gestisce i servizi energetici si è assestato ad un valore del 24%, mentre la media delle altre aziende europee era negativa.

Web: In passato i siti di riferimento dove poter ottenere informazioni riguardanti il gestore dei servizi erano grtn.it, gsel.it. Adesso, invece, è possibile avere informazioni riguardanti trasmissione e dispacciamento dell’energia elettrica sul sito di Terna mentre per quelle riguardanti il gestore dei servizi sull'innovazione e sostenibilità è possibile consultare la pagina web GSE.